mercoledì, 1 Febbraio 2023
spot_img
HomesportBasket, i risultati dei match che hanno visto in campo Green Palermo...

Basket, i risultati dei match che hanno visto in campo Green Palermo e Panormus

Green Palermo batte il Milazzo anche in Gara2 per 76-82

Serviva un mercoledì da leoni, contro un avversario pronto a tutto per allungare la serie, e a Milazzo è stata una serata vietata ai deboli di cuore. Green Basket Palermo espugna il PalaMilone per la seconda volta in stagione, vincendo Gara2 delle semifinali playoff di Serie C Gold ‘Memorial Fathallah’ per 76-82 e staccando il biglietto per la finale promozione che vale la Serie B. Prestazione ancora tutta cuore e grinta per i biancoverdi di coach Verderosa, che riescono nell’impresa di esorcizzare una Svincolati Milazzo in formato da battaglia, spinta dal proprio pubblico fino a sfiorare l’impresa.

Che sarebbe stato un match assai diverso dalla prima gara lo si intuiva già prima dell’8-0 di parziale con il quale i mamertini, del ritrovato coach Trimboli in panchina, aprono le ostilità. Per sbloccare la situazione il Green si affida al gioco interno, trovando tiri a cronometro fermo con Caronna e i primi punti di un infinito Dimarco, ma Milazzo scappa via in doppia cifra di vantaggio con Sabeckis e la tripla di Vidakovic, prima dell’11-0 di parziale chiuso dalla tripla di Buterlevicius per il 16 pari di fine primo quarto. Ronconi e Sabeckis si scambiano ‘montanti’ su opposte metà campo, ma sono le bombe di capitan Lombardo e Dimarco a mandare avanti i palermitani al 15’. Alberione si scatena da oltre l’arco (23 per lui alla sirena) e allora tocca a Moltrasio salire in cattedra con cinque dei suoi dodici punti totali per mandare le squadre al riposo sul 38-43.

L’equilibrio non schioda e l’arrivo in volata è una spada di Damocle che tutto il PalaMilone è conscio di avere sopra le proprie teste. Buterlevicius è inarrestabile al tiro, mentre Caronna accelera a referto con sei punti di fila (saranno 21 alla fine). Vidakovic e Sabeckis tengono in linea di galleggiamento i locali, ancora orfani di Barnaba che resterà un rimpianto di questa serie di semifinale, ma è ancora Moltrasio a pungere da oltre i 6,75. Sindoni non ci sta e con 8 punti consecutivi (di cui due triple) rimette in discussione il match che al 30’ si attesta sul 60-62.

Il finale è ad altissimo livello sistolico: Lombardo fa esplodere la propria panchina e i tifosi biancoverdi al seguito con la bomba del +7 al 34’, prima che Razbadauskas trovi il rimbalzo offensivo che propizia la tripla aperta in angolo di Alberione (68-72). Sul ribaltamento Caronna schiaccia per il nuovo +6, con i liberi di Barbera e il gioco da tre punti di Alberione che riportano Milazzo ad un possesso di distanza. A 4’ dalla fine il PalaMilone sembra implodere: Barbera segna la tripla del sorpasso cogliendo impreparata la difesa del Green (76-74), ma sarà l’ultimo canestro che concederanno i palermitani perché è un parziale di 8-0 finale, condito da un recupero miracoloso di Dimarco dopo un libero a consegnare Gara2 e la finale playoff al Green Basket.

Meritatissimi applausi del pubblico mamertino alla squadra di coach Trimboli e festa grande per i palermitani, sbiadita dall’infortunio occorso a Buterlevicius nel finale la cui entità sarà rilevata nelle prossime ore. L’ultimo ostacolo, adesso, si chiama Gold&Gold Messina in una finale inedita, che vedrà affrontarsi le due squadre migliori della stagione, mai incontratesi sin qui.

SVINCOLATI MILAZZO-GREEN BASKET PALERMO 76-82

Parziali: 16-16, 38-43, 60-62, 76-82

Milazzo: Barbera 7, Bianchi 4, Giambò, Sabeckis 11, Razbadauskas 11, Vidakovic 7, Alberione 23, Sindoni 13, Saraceni, Maiorana, Scesi. All. Trimboli.

Palermo: Bruno 1, Maisano, Moltrasio 12, Di Marco 9, Buterlevicius 20, Lombardo 9, Elia 4, Audino, Ronconi 6, Caronna 21, Vucenovic. All. Verderosa.

Panormus
Panormus_PGS Catania Gara1

Panormus, vinta Gara1 di finale al PalaMangano

La migliore prestazione offensiva della stagione consegna Gara1 delle finali playoff di Serie D a Panormus Basket, vittoriosa in casa al PalaMangano sulla PGS Sales Catania per 90-72. Quarantacinque punti per tempo, equamente divisi, insieme al solito martellante ritmo difensivo hanno permesso così ai palermitani di coach Pippo Rosciglione di andare avanti nella serie e garantirsi il match point promozione nel secondo atto, in programma sabato a Catania.
L’approccio al match dei biancorossi di casa è semplicemente perfetto: cinque triple a firma Ranalli (che poco dopo deve lasciare il campo per una ferita al volto causata da uno scontro fortuito con Verzì), Vitale, Davide Tagliareni e Giulio Paternò, con gli etnei che rispondono con Barbera da oltre l’arco e la rapidità nelle transizioni. Nel secondo quarto, anche Catania si sblocca definitivamente da tre con La Mantia e ancora lo specialista Barbera, ma Panormus spinta da un PalaMangano assordante nonostante l’infrasettimanale, riesce a mantenere le distanze con le penetrazioni di Vittorio Tagliareni e la molla sotto le scarpe di Bellomonte. La tripla di G. Paternò manda le squadre al mini-riposo sul 45-41.
Il terzo periodo è quello che decide, di fatto, il match: Panormus piazza un parziale di 21-12 nel quarto, ritrovando la vecchia alleata di tutta una stagione, ossia la difesa. Dopo la tripla di Vittorio Tagliareni le due squadre restano bloccate per diversi minuti sul 51-43 senza segnare, poi ancora la coppia di fratelli formata dai Tagliareni e dai Paternò piazzano l’allungo addirittura del +20. Nel finale di periodo sono i punti nel pitturato di Verzì e la tripla di Drago a ricucire lo strappo, che a 10’ dalla fine è di 13 punti tra le due squadre (66-53). Il finale è una bolgia al PalaMangano. Il nervosismo cresce e fioccano fischi e tiri liberi. Bellomonte è l’uomo ovunque per Panormus, mentre un incerottato Ranalli guida i suoi alla resistenza. Dall’altro lato, la PGS è più precisa al tiro con Magrì e Renna, che chiuderà il match con tre triple consecutive nel finale quando però ormai Panormus era irraggiungibile.
Finisce 90-72 con l’esultanza dei biancorossi sotto il proprio pubblico e la consapevolezza di aver, sin qui, compiuto qualcosa di sportivamente eroico: prima vincere la regular season e adesso presentarsi col vestito migliore a quello che potrebbe essere l’appuntamento con la propria storia, il tutto da neopromossa.

PANORMUS BASKET – PGS SALES CATANIA 90-72
Parziali: 26-20, 45-41, 66-53, 90-72
Panormus: V. Tagliareni 17, Billitteri ne, Ranalli 11, Won ne, Schifani ne, Vitale 15, G. Paternò 16, F. Paternò 2, Geraci, Castiglia ne, Bellomonte 12, D. Tagliareni 17. All. Rosciglione
PGS: Adamu, Genovesi 2, Barbera 13, Drago 8, Famoso, Puglisi, Verzì 5, Renna 9, La Mantia 18, Dinolfo, Dore 3, Magrì 14. All. Gullotti

CORRELATI

Ultimi inseriti