martedì, 16 Luglio 2024
spot_img
HomesportAutomobilismo. X° slalom Valderice: ottimi piazzamenti per la Festina Lente di Monreale

Automobilismo. X° slalom Valderice: ottimi piazzamenti per la Festina Lente di Monreale

La X^ edizione dello slalom città di Valderice, svoltasi ieri, domenica 10 aprile, è stata complicata ma, tutto sommato soddisfacente, per la Associazione Culturale Festina lente di Monreale. I piloti con le auto più potenti, dal giovane palermitano Filippo Costa con la sua F.Gloria PC08 con il nuovo motore Suzuki, all’esperto alcamese Dino Blunda con la rinnovata ed ancora non rodata F.Speed anche lei spinta da un rinnovato Suzuki, sino a giungere al veterano di Corleone, Gino Rigogliuso, il quale sta prendendo la mano alla nuova Radical Prosport – Suzuki e così – dicevamo – si sono ritrovati in sette a scendere nella bagarre e con le auto meno potenti, fatta esclusione per Gaspare Rizzo che, al volante della possente Ford Escort CSW, poco adatta tra i birilli, ma portata in gara al fine di un collaudo in previsione delle imminenti cronoscalate.

Con Gaspare anche Giuseppe Russo, alla fine ottava, con la Peugeot 106 Rally, nell’agguerrita classe N3; Vito Calvaruso che ha vinto, in solitaria, la classe RS3 Plus; Baldo Bellina che al volante della Fiat 127 è giunto secondo assoluto tra le autostoriche ed il Presidente del Sodalizio, Rosario Lo Cicero che ha vinto, anche lui in solitaria, la classe RS1, al volante della piccola Fiat Seicento Sp.

Capitolo a parte merita l’altro alcamese, Mario Di Simone, meglio noto come “Tuttogas”, nome della sua attività commerciale, il quale ha primeggiato, nonostante una “toccata” alla sua bella Fiat Bianchina F110, avvenuta nel corso della seconda delle tre manche di gara, tra le agguerrite auto iscritte nel Gruppo “Attività di Base”.

L’Associazione Culturale Festina lente, era ieri presente, con una vettura, la Renaul Clio iscritta in classe N3, alla terza edizione del Rally Torri Saracene, svoltosi nel messinese, tra la pioggia battente ed in condizioni meteo, quindi imprevedibili. L’auto, pilotata dal gangitano Santo Coniglio, navigato dal petralese Sebastiano Venuta, è comunque riuscita, nonostante una piccola botta, a giungere al traguardo ed a piazzarsi in terzo posizione nel Gruppo N.

“Siamo soddisfatti – ha dichiarato il Vice Presidente Claudia Scavone – per le prestazioni dei nostri piloti ed attendiamo, con fiducia, il rientro in gara dei nostri con le auto più potenti”.

CORRELATI

Ultimi inseriti