Automobilismo: sarà Lucio Bonasera a dirigere la terza edizione della crono Floriopoli – Cerda

Palermo 15.05.2017 – Sarà l’esperto ennese Lucio Buonasera a dirigere la terza edizione della crono Floriopoli – Cerda, gara valida quale prova d’apertura del Campionato Siciliano Autostoriche, alla quale sono state ammesse, con deroga dell’ACI Sport, 35 vetture moderne: così hanno deciso l’ACI Palermo presieduto da Angelo Pizzuto, la a.s.d. Targa Racing Club presieduto da Totò Riolo e il Team Palikè presieduto da Nicola Cirrito.

Nel frattempo, le verifiche aperte il 22 aprile scorso, si chiuderanno alle 21 di domani, martedì 16 maggio. Ancora bocche cucite sul numero e sui nomi dei partecipanti che verranno svelati solo a chiusura della citate iscrizioni.
I piloti svolgeranno le verifiche tecnico-sportive alle Tribune di Cerda, sotto cura dal Commissario Tecnico Nazionale Francesco Paolo Mazziotta, dalle 11.30 alle 19 di sabato 13 maggio, poi, all’indomani mattina, a partire dalle 9, si ritroveranno sulla linea di partenza, pronti ad affrontare la manche di prove libere del percorso di km. 6,150 della SS120 che da Floriopoli sale per l’abitato di Cerda. Seguiranno le due manche di gara che decreteranno il vincitore assoluto, sia per le autostoriche che così per le moderne e i vincitori di classe a raggruppamento. Alla terza edizione della Floriopoli – Certa, lo evidenziamo, è legata anche la VI^ edizione del Trofeo Francesco Faraco che verrà assegnato, per volere della famiglia Lo Cicero Madè, al loro congiunto, pilota nisseno ma residente a Palermo che gareggio dal 1934 al 1951 e che il 1 aprile di quell’anno, trovò morte, unitamente al Barone Stefano La Motta, nel corso della XI^ edizione del Giro Automobilistico di Sicilia.
Particolare attenzione, da parte dell’ACI Palermo e da parte delle due Associazioni organizzatrici, verrà prestata ai sistemi di sicurezza che prevedono, oltre alle tre chicane di rallentamento dislocate lungo il percorso, un dispiego notevole di Commissari, tutti muniti di autoradio; di ambulanze, alcune delle quali con il Medico rianimatore a bordo; di mezzi di Vigili del Fuoco, dell’eliamabulanza e di un adeguato dispiego di Forze dell’Ordine. Verranno inoltre allertate le vicine Guardie Mediche, oltre che gli Ospedali di Cefalù, Termini Imerese ed il Civico di Palermo.

 

Print Friendly, PDF & Email