Automobilismo: macchina organizzativa in fermento per il 6° Autoslalom di Sciacca

Sciacca (Ag) 09.06.2019 – In piano fermento, ormai da parecchie settimane, l’organizzazione del 6° Autoslalom Sciacca Terme “Memorial Pasquale Tacci, una delle manifestazioni motoristiche più amate degli sportivi dell’Isola, non foss’altro perché si sviluppa sul percorso di 2,990 Km della SP 54 che tra gli anni ’60 e gli anni ’80 fu teatro delle epiche battaglia che contribuirono a creare il mito della cronoscalata Sciacca – Monte Kronio.

La gara sarà valida, oltre che per il Campionato Siciliano, anche per il Trofeo Italiano Femminile, per la Coppa ACI Sport V^ zona e per il Trofeo d’Italia Centro Sud.

Ben 13 le postazioni previste dalla Direzione gara affidata al casertano Gioacchino Cimmino con particolare occhio alla sicurezza, visto il numero consistente di Commissari di percorso che verranno dislocati sul percorso, dove ci saranno inoltre varie ambulanze e diversi carro attrezzi. Allertate le Guardie Mediche ed i più importanti nosocomi della zona.

Il percorso, caduto nell’oblio per molti anni, è rinato, grazie alla formula di autoslalom, specialità motoristica classificata dall’ACI sport come “abilità alla guida”, e questo grazie ad un gruppo di appassionati e piloti locali, tra i quali Pierpaolo Cravotta e Stefano Sutera oltre che il Team Palikè di Palermo, capitanato da Nicola e Annamaria Cirrito, tanto da vedere nuova luce nel 2014, anno in cui vinse il busetano Andrea Raiti con la Osella PA 21 S; nel 2015 toccò invece, sempre ad un’altro pilota originario di Buseto Palizzolo, Giuseppe Gulotta che vinse in volate con la Radical SR4 Suzuki; nel 2016 fu la volta del “re degli Slalom”, Giuseppe Castiglione, sempre originario di Buseto Palizzolo, il quale vinse alla guida della Radical Prosport Suzuki; nel 2017 toccò ad Emanuele Schillace con la Radical SR4 Suzuki e lo scorso anno, nel 2018, vinse il giovane garrese Michele Puglisi, anche lui al volante di una Radical Prosport motorizzata Suzuki.

Come importante supporto logistico alla manifestazione è quello del Comune di Sciacca, per espresso desiderio della sindaca Francesca Valenti.

Alla manifestazione, oltre che il già citato “Memorial Pasquale Tacci” dedicato al ricordo del pilota saccense, antesignano e padre putativo dei tanti attuali driver della cittadina agrigentina, verrà abbinato il “Memorial Alberto Ventura” intestato alla memoria del Commissario di percorso e grande appassionato di automobilismo di origine alcamese, di recente deceduto in un incidente stradale.

Le verifiche tecnico-sportive si svolgeranno sabato 15 giugno dalle 14.30 alle 19.30 in Piazza Scandaliato, consiserata a ragione elegante “salotto” di Sciacca e poi, domenica 16, a partire dalle 9, i concorrenti che avranno superato le verifiche, si ritroveranno sul prolungamento di via Aldo Moro, dove è stato collocato lo start e dove ad attenderli con la bandiera Tricolore, ci sarà il Direttore di Gara, il quale darà il via e consentirà quindi ai piloti di arrampicarsi sino alla vetta del Monte Kronio, sede della preziosa ed riverita Basilica del Santuario di San Calogero.

Sempre nel piazzale antistante la Basilica, come ormai da tradizione, si svolgerà la premiazione che si preannuncia, ricca e ben articolata. 

Nella foto d’archivio (2016) di Claudia Scavone, il momento della premiazione. 

Print Friendly, PDF & Email