Automobilismo: Luca Caruso e Ciro Barbaccia trionfano a Sortino

Il primo svetta tra le moderne mentre il secondo si piazza sul gradino più alto del podio tra le storiche

Sortino (Sr) 04.05.2019 – Dopo le prove di sabato, effettuate solo in parte perchè disturbate dalla pioggia, una domenica ventosa ma soleggiata, ha accompagnato la splendida XXXV^ Coppa Val d’Anapo – Sortino, per la felicità dell’organizzazione curata dall’ACI Siracusa, dei tanti spettatori presenti sul percorso che si snoda attorno ad un vulcano da secoli ormai spento e per quella dei tanti esercizi commerciali della zona che sono stati presi letteralmente d’assalto.

Tra le 40 vetture storiche che hanno preso il via, così come da aspettativa della vigilia, ha vinto il pilota di Marineo Ciro Barbaccia (ASPAS), al volante della splendida Stenger BMW, una vettura dalla storia fascinosa che ormai da due anni delizia il pubblico siciliano; al secondo posto la Fiat 128 Silhouette di Salvatore Caristi (Phoenix) staccato di quasi 8” ed al terzo posto Camillo Centamore (ASPAS) su F. Junior Corsini con quasi 14” di ritardo. Quarto posto su Autobianchi A112 Abarth per Giuseppe Murè, staccato di 27”; quinto Antonio Fiore (Puntese), anche lui su A 112 Abarth; sesto posto per “Aeron” (Etna) con la Renault 5 GT Turbo; settimo Gaetano Gioè (ASPAS) con la Lucchni SN 86; ottavo Francesco Avitabile (Vesuvio) con la BMW 320 I; nono Casimiro Piazza con la BMW 2002 Ti, decimo posto per Pietro Magrì (Phoenix) con la Opel Kadet GTE.

Tra le 183 vetture moderne, quelle che si sfidavano per il TIVM (Trofeo Italiano Velocità Montagna) Sud, vista l’assenza forzata di Domenico Cubeda, dovuta così come abbiamo già raccontato nel nostro articolo della viglia, al coinvolgimento in un incidente stradale, ha svettato Luca Caruso con la sua Osella PA 2000 che ha preceduto di oltre 12” l’Under 23 Luigi Fazzino con la Osella PA 21 JRB, terzo posto per Franco Caruso con la Radical Prosport staccato di oltre 14”, quarto  Samuele Cassibba (Catania Corse) con la Osella PA 20 JRB, quinto Giovanni Cassibba (Catania Corse)  con la Osella PA 20/S, sesto posto per Domenico Polizzi  con la Elia Avrio Suzuki, settimo Agostino Bonforte con la Osella PA 2000, ottavo Orazio Maccarrone (Giarre Corse) con la F. Gloria CP7, Nono posto per Antonino Lastrina (Viemme) con la Radical Prosport e spettacolare decimo posto per Rocco Aiuto (AC Festina lente), al volante della Osella PA 21/S C/Nazionale, sostenuto nell’occasione della figlia Francesca e da  Francesco Stabile, sindaco di Valderice sua città di residenza, ritratti nelle foto di copertina.

Da segnalare la vittoria nella gara riservate alla bicilindriche di casa Fiat, le intramontabili 500 e 126, sfidatesi per il Campionato Italiano a loro riservate e per la speciale classifica che assegnava il “Trofeo Piero La Pera”, ha trionfato Andrea Currenti (Vesuvio) che ha preceduto di quasi 6” Antonino Caltabiano (Cubeda Corse) e di oltre 16” Domenico Morabito (Piloti per Passione).

La gara si chiede quindi tra l’entusiasmo di tutti i presenti ed in particolare si registra quello degli Organizzatori che si sono già proiettati nell’edizione XXXV^ che avrà luogo nel 2020.

Print Friendly, PDF & Email