Automobilismo: lo Slalom Coppa Città di Partanna giunge alla 26^ edizione

Partanna (Tp) 14.05.2019 – Una storia gloriosa e lunga ben 26 anni, quella dello Slalom Coppa Città di Partanna che arrivò persino ad ottenere, negli anni ’80, l’assegnazione del Titolo di Campionato Italiano, poi perduto a causa di un fortuito, quanto tragico incidente, avvenuto nel corso della gara.

La prima edizione si svolse nel lontano 1984 ed a vincerla fu la VW Golf Turbo di Francesco Ciolino, seguirono due spettacolari edizioni vinte dal palermitano Giuseppe “Pippo” Virzì, al volante della sua Porsche 911 Sc e si proseguì poi con i nomi altisonanti di Maurizio Melluzzo con la Fiat X1/9, di Ottavio Castro con la Porsche 911 SC, di Andrea Genova che vinse con la Lacia Beta Montecarlo le edizioni 1989/90 e poi ancora La Mantia, Palumbo, Fazzino, nel 1994 Andrea Raiti, pilota a tutt’oggi in attività, con la Fiat X1/9; Girolamo Virgilio, Pepe e nel 1997/98, la GMC di Salvatore Riolo, allora giovane che puntava e vinse il Campionato Italiano Slalom, poi oggi, lo scorso sabato per l’esattezza, ancora una volta vincitore della Targa Florio Historic.

Lo Slalom Coppa Città di Partanna proseguì nel 1999 con la vittoria della Osella BMW di Stradella, nel 2000 con il trionfo di Ciro Barbaccia, pilota a tutt’oggi in piena attività, il quale vinse allora con la Osella PA9 BMW e poi, un lungo stop, sino alla rinasciata avvenuta nel 2012, sancita dalla vittoria della Radical SR4 di Alberto Santoro alla quale seguì la vittoria, nel 2013, di Andrea Raiti, anche lui su Radical SR4 e poi, dal 2014 al 2016, le tre vittorie di fila di Giuseppe Castiglione, le prime due conseguite al volante della F.Ghipard e l’altra con la Radical Prosport, nel 2017 toccò alla Radical SR4 si Giuseppe Virgilio e lo scorso anno fu, ancora una volta a vincere, Giuseppe Castiglione, vero re della Coppa Città di Partanna, il quale svettò nuovamente con la Radical Prosport.

Tra pochi giorni, per l’esattezza domenica 19 maggio, sapremo chi sarà il nuovo vincitore e quale nome quindi, andrà ad inserirsi tra quelli prestigiosi che hanno dato lustro ad uno degli Slalom più antichi d’Italia.

L’organizzazione, come sempre affidata allo Sporting Club Partanna, è già in moto da tempo e tutto sembra essere pronto per l’edizione 2019 che sarà valida, oltre che per il Campionato Regionale, anche per la Coppa ACI Sport 5^ zona. Le iscrizioni che come da regolamento si sarebbero dovute chiudere ieri, lunedì 13 maggio, hanno ottenuto una proroga dall’ACI Sport per consentire ai ritardatari, ancora per qualche giorno, di partecipare alla gara.

Le adesioni di varie Scuderie, tra le quali la Armanno Corse di Palermo, la Trapani Corse, la Catania Corse, la CST Sport, la Project Team e, solo per citarne alcune, anche la AC Festina lente di Monreale, sono da tempo pervenute.

Le verifiche tecnico/sportive si svolgeranno sabato 18 maggio, dalle 15.30 alle 19, sul Piazzale Falcone Borsellino e poi, domenica 19, a partire dalle 9, i Piloti si ritroveranno sulla linea di partenza, per effettuare le tre manche di gara che verranno dirette dall’esperto Lucio Bonasera. Il percorso è quello ormai consueto, estrapolato sui km 2,990 della SP 26 che da Salaparuta conduce alla Contrada Befarella di Partanna.

L’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Nicolò Catania ha come sempre dato supporto logistico alla manifestazione che darà una boccata d’ossigeno all’indotto turistico-alberghiero della zona, vista la grande affluenza di pubblico che certamente, come ogni anno, affollerà la ridente Cittadine del trapanese. 

Nella foto d’archivio di Claudia Scavone, la Fiat seicento Sporting del nostro Collaboratore Rosario Lo Cicero Madè, mentre taglia il traguardo della Coppa Città di Partanna 2016.

Print Friendly, PDF & Email