Automobilismo: la pioggia non ferma Castiglione.

Giornata emotivamente intensa, quella vissuta ieri a Sciacca, dagli oltre 100 Piloti che hanno preso il via nella terza edizione dello Slalom delle Terme, una intensità che si è trasferita agli spettatori, i quali hanno seguito la gara nonostante le avverse condizioni meteo.
Un encomio particolare va anche al Team Palikè, organizzatore dell’evento, al Direttore di Gara Lucio Bonasera ed alla Sciacca Corse che non si sono persi d’animo ed hanno condotto magistralmente in porto la gara, valida oltre che per il campionato siciliano, anche per il prestigioso Trofeo Centro-Sud e per la Coppa ACI Sport 6^ zona, e questo nonostante le prime due manches fossero state disturbate dalla pioggia battente.
Oculata e coraggiosa la prova di tutti i partecipanti, i quali non si sono tirati indietro ed hanno affrontato il non facile percorso di quasi 3km che dalle pendici del monte Kronio conduce su sino alla Basilica dedicata a San Calogero, con perizia ma senza mai risparmiare i mezzi.
Anche in questa occasione ha vinto quello che, lo possiamo affermare senza nulla togliere ai suoi antagonisti, Giuseppe Castiglione (Armanno Corse) che, al volante della Radical Prosport dalla nera livrea, punta adesso deciso alla conferma nel Campionato Siciliano che si è già aggiudicato nel 2015.
Ma torniamo alla gara: le prime due manches, come sopra accennato, sono state disturbate dalla pioggia che, specie nella prima, è stata veramente battente e copiosa.
Nonostante l’acqua torrenziale, Giuseppe Castiglione non si è risparmiato ed ha regolato i suoi avversari, confermandosi poi nella terza manche che, a differenza delle prime due, è stata baciata dal sole.
Alle spalle di Castiglione si sono piazzati, il rientrante adranese Domenico Polizzi (TM Racing) con la sua aggiornata Elia Avrio Suzuki ST 09 ed l’under 23 Emanuele Schillace (TM Racing), vera sorpresa della manifestazione. Ottimo il quarto posto del puri-campione siciliano Andrea Raiti (Trapani Corse), al volante della Osella PA 21 S che solo lui, negli slalom, è capace di condurre con maestria ed abilità, tanto da piazzarla nei primi posti della classifica assoluta, nonostante questa, seppur splendida vettura, non sia più competitiva tra i birilli, perché soppiantata dalle meno potenti, ma più agili, Radical SR4.
La premiazione, anche questa svoltasi con uno splendido sole, si è svolta nel piazzale antistante la Basilica di San Calogero, alla presenza del Sindaco Fabrizio Di Paola.
Da segnalare, nell’occasione, la malcelata amarezza di Pier Paolo Cravotta, Presidente della Sciacca Corse, il quale, evidentemente deluso dai pochi contributi pubblici che in questi anni ha ricevuto per organizzare lo Slalom Terme di Sciacca che si è rivelato, per la Città dell’agrigentino, un vero toccasana, non solo dal punto di vista sportivo ma, in particolare, per l’indotto turistico che ha saputo muovere negli ultimi tre anni, ha addirittura ipotizzato un possibile abbandono.
Noi, da sportivi ed anche per conto di tutti gli appassionati di automobilismo della Sicilia, ci auguriamo che ciò non avvenga e che le Istituzioni Comunali, così come quelle Regionali, non facciano perdere una così importante manifestazione sportiva, e che si decidano, finalmente, a dare un segnale tangibile del loro impegno, a cominciare dal rifacimento del manto stradale del suggestivo percorso.
In copertina: Giuseppe Castiglione su Radical Prosport (ph. Claudia Scavone).
Print Friendly, PDF & Email