Automobilismo: i palermitani Riolo (moderne) e Guagliardo (storiche) trionfano nel 16° Rally del Tirreno

Villafranca Tirrena (Me) – Si è appena conclusa la durissima e selettiva edizione del Rally del Tirreno, la 16° per l’esattezza, organizzata dalla Top Competition con validità, oltre che per il Campionato Siciliano, anche per la Coppa Italia 8^ zona e per il Trofeo Rally Sicilia.

Tra le vetture moderne ha trionfato l’esperto Salvatore Riolo, navigato dal fido Gianfranco Rappa che con la loro Skoda Fabia R5 iscritta dalla CST Sport, hanno staccato di 42” l’altra Skoda Fabia iscritta dalla Island Motorsport condotta magistralmente dal Alessio Profeta navigato da Sergio Raccuia; terzo posto per la sorprendente Renaul Clio Super 1.6 di Michele  Beccaria navigato da David Arlotta iscritta dalla FR Motorsport, staccata di quasi 3’ dalla coppia vincitrice.  

Durissime le otto Prove Speciali, alcune delle quali si sono svolte in notturna e che hanno visto giungere al traguardo appena 29 equipaggi dei 93 partiti.

Spettacolo, nonostante fossero solo 13 i partenti, anche tra le vetture storiche, tra le quali ha trionfato la Porsche 911 Sc iscritta dalla Island Motorsport, del pilota-preparatore palermitano Domenico Guagliardo, navigato da Francesco Granata; secondo posto, dopo il ritiro della BMW 2002 Ti di Pierluigi FulloneAlessandro Failla, iscritta dalla Island Motorsport, per la Porsche 911 SC dei corleonesi Antonio Di LorenzoFranco Cardella, iscritti dalla Project Team, staccati di 1’53” dalla coppia vincitrice; terzo meritato posto per l’altra Porsche 911 SC della Scuderia ASPAS, condotta al traguardo, con 2’58” di ritardo dai vincitori, da Giovanni Spinnato navigato da Fabio Mellina.

Un’edizione, quindi, dagli alti contenuti umani e sportivi che dà fiducia nel futuro e che vede la macchina organizzativa proiettata sulla 17° edizione che si svolgerà nell’agosto 2020. 

Print Friendly, PDF & Email