Automobilismo: Giuseppe Castiglione batte tutti anche Belmonte Mezzagno

Nicola Cirito (team Palikè), Fratelli Burgio e una sportiva
Nicola Cirito (team Palikè), Fratelli Burgio e una sportiva

Belmonte Mezzano (Pa) 01.10.2017 – Giuseppe Castiglione (Armanno Corse) batte tutti anche nella IV^ edizione dell’Autoslalom Principe di Belmonte e si conferma, con merito e professionalità, Campione Siciliano della specialità tra i birilli e questo dopo aver ottenuto anche alcune vittorie  e piazzamenti di successo, nelle gare valide per il Campionato Italiano.

Ben 120 i partecipanti a questa gara divenuta ormai una realtà del motorismo siciliano, grazie all’impegno di alcuni appassionati consociati nella Belmonte Racing e amalgamati dall’esperta mano organizzatrice del Team Palikè di Palermo, guidato da Nicola Cirito (ritratto nella foto con i Fratelli Burgio ed una sportiva locale) ed Annamaria Lanzarone. Sei le vetture storiche che hanno preso il via, unitamente alle ben 41 Attività di Base ed alle 73 verificate tra quelle partecipanti al Campionato Siciliano, messesi a disposizione, a partire dalle 9 di quest’oggi, del Direttore di Gara Lucio Bonasera.

Tra le storiche ha prevalso Francesco Barbaccia su Fiat Abarth 1000, seguito dalla VW Golf di Andrea Lo Bosco e dalla A112 di Melchiorre Lo Biondo (Scuderia Vesuvio). Tra le Attività di Base, ha svettato la Fiat 500 di Antonino Bucceri, che ha preceduto la Renault 5 GT Turbo di Antonino Cairone (Project Team); terzo posto conquistato da Giuseppe Virgilio, al volante di una Fiat 126.

Nel gruppo di vetture che si sfidavano per il Campionato Siciliano, prova ancora una volta coriacea, del busetano Giuseppe Castiglione (Armanno Corse), il quale, dall’alto della sua esperienza e delle sue capacità di guida, non si è arreso all’errore commesso nelle prima manche, allorquando ha colpito un birillo che gli è valso la penalità di 10” ed ha rintuzzato, colpo su colpo, l’attacco sferratogli dal giovane Under 23 Emanuele Schillace (TM Racing), anche lui al volante di una Radical SR4. Terzo posto, alla fine delle tre manches di gara, per Giuseppe Virgilio (TM Racing), anche lui alla guida di una Radical SR 4 motorizzata Suzuki, a conferma della bontà della barchetta anglo-giapponese, vera regina tra i birilli. Di grande valore anche il quarto posto assoluto dell’under 23 Michele Poma (Armanno Corse), il quale sta bruciando le tappe e dopo un periodo di apprendistato al volante della Formula Ghipard e salito per la prima volta oggi, con grande merito, sulla Radical SR4, vettura più moderna e più performante di quella in precedenza guidata. Quinto posto per il veterano Andrea Foderà (Trapani Corse) con la F.Junior, sesto Giuseppe Medica su Radical Prosport, settimo posto per la Radical SR4 di Antonio Lastrina (Viemme Corse), ottavo al traguardo Girolamo Ingardia (Trapani Corse) con la Fiat Cinquecento Suzuki, nono posto per la Fiat 126 Maxi di Salvatore Giunta (TM Racing) e decimo posto per la Fiat 127 del pilota-preparatore Antonino Margareci.

L’appuntamento è quindi per la V^ edizione dello Slalom Principe di Belmonte che, oltre ad appassionare gli sportivi siciliani, rende felice gli esercenti della zona che hanno visto, nei due giorni di verifiche e gara, riempire i loro alberghi, bar e ristoranti.