Automobilismo: a Scillato Castiglione Campione Siciliano Autoslalom ma brillano gli Under 23 Schillace e Poma

Scillato (Pa) 22.20.2017 – Giuseppe Castiglione (Armanno Corse), con il terzo posto conseguito nel 9° Autoslalom Fonti di Scillato, vince il Campionato Siciliano ma gli Under 23 Emanuele Schillace (TM Racing) e Michele Poma (Armanno Corse) sono sicuramente le speranze dell’automobilismo Isolano.

Quattro vetture “storiche”, diciassette “Attività di Base” e cinquantatrè iscritte tra le così definite “Nazionali”, questi i numeri della nona edizione dell’Autoslalom Fonti di Scillato, organizzato dal Team Palikè di Palermo, in collaborazione con l’ACI del Capoluogo e con la a.s.d. Targa Florio di Cerda.

Tre le manche tirate ed appassionanti, seguite da un buon numero di spettatori che si sono svolte sui km 2,990 della SS 543 al congiungimento con la Sp 9bis. A dirigere l’avvincente appuntamento motoristico il calabrese Massimo Minasi.

Nella prima manche, con l’asfalto scivoloso che ha messo in difficoltà le vetture più potenti e quelle con il passo più lungo, come ad esempio la monoposto Spead RM 08 Suzuki dell’alcamese Dino Blunda (AC Festina lente) che ha abbattuto ben due birilli che gli sono valsi 20″ di penalità, ha prevalso la Radical SR4 Suzuki di 1400cc condotta da Emanuele Schillace che ha preceduto di poco più di 1″ la stessa vettura, dotata però di un propulsore di 1600cc, guidata dal Campione Siciliano Autoslalom Giuseppe Castiglione e di oltre 9″ il sorprendente Michele Pona, al volante du una ormai vetusta, quanto intramontabile, F.Ghipard motorizzata Suzuki, ritratta nella foto d’archivio di Vincenzo Fanara.

Nella seconda manche le prime due posizioni non cambiavano mentre la terza piazza veniva conquistata dall’altro busetano Antonio Virgilio (Tm Racing), anche lui al volante di una Radical SR4 Suzuki di 1400cc mentre Michele Poma scendeva al quarto posto ed alle sue spalle si piazzava, in quinta posizione, Dino Blunda che rimediava così all’errore commesso nella prima manche.

Nella terza ed ultima manche, Emanuele Schillace si confermava il più veloce e preciso nella guida e vinceva così la gara, mentre alle sue spalle risaliva Antonio Virgilio che precedeva Giuseppe Castiglione. Quarto splendido posto per Michele Poma ed ottimo quinto Dino Blunda che assettava la sua monoposto, in previsione dell’Autoslalom di casa, quello sul Monte Binifato che si svolgerà ad Alcamo il prossimo 26 novembre. Sesto posto per Pietro Raiti (Catania Corse) con la Alba SPR 02, settimo Girolamo Ingardia (Trapani Corse) con la Fiat Cinquecento Suzuki, ottavo Andrea Foderà (Trapani Corse) con la F. Junior, nono posto per Paolo Malvasio con la Fiat 127 con la quale si è inoltre aggiudicato il Gruppo Speciale e decimo posto per Antonino Di Matteo con la F. Gloria PC 08 Suzuki.

Tra le “Attività di Base” svettava Antonino Bucceri con la Fiat 500, il quale precedeva Mario Pisa con la Fiat 126 ed il terzo classificato Domenico Faso, anche lui al volante di una Fiat 126.

Tra le sempre affascinanti vetture storiche ha vinto Giovanni Grisanti con la fida A112 Abarth, alla sue spalle la Fiat 1000Abarth di Francesco Barbaccia. Quarto posto per Giuseppe Di Laura con la Talbot Lotus e quinto per l’ultrasettantenne Pietro Amorello (AC Festina lente) con la Fiat 600 Abarth.