venerdì, 7 Ottobre 2022
spot_img
HomesportAtletica, al via a Palermo la Finale Bronzo dei societari assoluti

Atletica, al via a Palermo la Finale Bronzo dei societari assoluti

Tutto pronto per la Finale A – Bronzo in programma allo stadio delle Palme di Palermo – Vito Schifani, sabato 17 e domenica 18 settembre.

Si tratta dell’evento conclusivo della terza serie dei Campionati di società assoluti. L’impianto di viale del Fante si appresta ad ospitare per la terza volta nella sua storia una finale dei societari. La prima fu quindici anni fa, nel settembre del 2007 con la kermesse che assegnava lo scudetto. La seconda volta, lo scorso anno quando il “Vito Schifani” fu
protagonista della Finale Argento, manifestazione che riportò la grande atletica nel
capoluogo siciliano, con alcuni big dell’atletica come Massimo Stano (campione Olimpico in
carica e di recente anche Campione del mondo 2022 ) e le azzurre Sara Fantini, Irene
Siragusa e Giulia Aprile.  Adesso la finale Bronzo a “completare” un trittico di eventi di
assoluto spessore.

Ventiquattro le società che si daranno battaglia questo fine settimana a Palermo, dodici
maschili e altrettanto femminili, pronte a sfidarsi per raggiungere la seconda serie o per
scongiurare la retrocessione in B. La romana SSD Nissolino Sport SRL ASU e la
friulana Atletica Malignani Libertas Udine, tra le squadre maschili, l’Atletica Lecco-Colombo
Costruzioni e la Tosca atletica Empoli Nissan tra le donne, i team più attrezzati per la
vittoria finale.   

Occhio anche all’ASD Cus Catania femminile unica società siciliana ad essere presente a
Palermo, in occasione della finale bronzo. Il sodalizio del presidente Mazzone, quarta al
termine dell’attuale stagione e neo promossa, può vantare nel suo organico un mix di
giovani ed esperte atlete, pronte ad essere protagoniste sulla pista dello stadio
palermitano. A cominciare da Giulia Magno e Desirée Di Maria, passando per la gelese
Clara Tasca, la velocista Chiara Torrisi e le giovanissime Giorgia Prazza e Marcella
Roccasalva.

Non mancheranno neanche quest’anno le stelle a Palermo, la più brillante si appresta ad
essere quella che risponde al nome di  Andy Diaz Hernandez, il saltatore triplo cubano
tesserato per la Libertas Unicusano Livorno, che appena qualche giorno fa, ha vinto
la Diamond League nel triplo con un balzo di 17.70 miglior prestazione personale che gli
ha permesso di mettere in riga il campione del mondo Pedro Pichardo e tutti i migliori
specialisti al mondo. Allenato da Fabrizio Donato (bronzo olimpico a Londra 2012), Andy
Diaz Hernandez potrebbe diventare quanto prima cittadino italiano. 

Mezzofondo e siepi con una vecchia conoscenza del pubblico palermitano con Hosea
Kisorio Kimeli keniano tesserato per l’Atletica Virtus Lucca, due volte vincitore della
Maratona di Palermo e lo scorso anno trionfatore alla prima edizione della Maratona di
Napoli. 
Non mancheranno neanche i giovani come l’azzurrino Marco Fontata Granotto (Atletica
Insieme Verona) reduce dai giochi Mediterranei under 23 ed Enrico Saccomano ( Atletica
Malignani Libertas Udine) secondo ai tricolori assoluti di Rieti nel Disco con la misura di
60.99. 

Alla conferenza stampa di ieri hanno preso parte, tra gli altri, Sabrina Figuccia,
assessore allo sport del Comune di Palermo, Stefano Mei presidente del comitato
nazionale della Fidal, Salvatore Gebbia presidente della Fidal Sicilia, Osama Zoghlami
medaglia di bronzo nei 3000 siepi ai recenti campionati europei di Monaco di Baviera, il
gemello Ala Zoghlami settimo nella stessa gara del fratello, Salvatore Antibo, la gazzella di
Altofonte, capace (tra le altre cose) di firmare nel 1990 agli europei di Spalato una storica
doppietta d’oro nei 5000 e nei 10000 metri ed il professore Gaspare Polizzi. Ad organizzare
la Finale Bronzo di Palermo è l’ASD Media@.
L’incontro, ha sancito anche la consolidata sinergia tra Fidal nazionale e il
comitato regionale della Fidal Sicilia, con la prima che si è presa l’onere di acquistare e
girare in comodato d’uso al Comune di Palermo (che gestisce lo stadio delle Palme n.d.r.) 
la pedana del salto con l’asta con tutte le attrezzature necessarie. Questo vuol dire che, in
occasione della finale Bronzo di questo fine settimana, gli atleti impegnati nell’asta non
dovranno peregrinare dallo Schifani all’impianto del Cus Palermo di via Altofonte, come
era accaduto lo scorso anno.   

“La finale argento dello scorso anno – ha sottolineato il presidente della FIDAL, Stefano
Mei – aveva messo in luce la carenza dello Stadio delle Palme, tanto che la gara di salto con
l’asta si è disputata al Cus Palermo. La Fidal ha fatto adesso un gesto di buona volontà
donando l’attrezzatura perché crediamo in questo impianto e crediamo nell’atletica siciliana, vera e propria fucina di talenti come Totò Antibo e, per rimanere nel salto con
l’asta, Giuseppe Gibilisco”.

“Grazie alla piena sinergia con la Fidal nazionale – ha aggiunto Totò Gebbia – abbiamo
adesso uno stadio completo, anche perché l’Amministrazione comunale ha acquistato
tutte le altre attrezzature che mancavano. La Finale Bronzo sarà un’altra grande vetrina
con tanti ottimi atleti. Stiamo, già, lavorando, per portare in Sicilia il prossimo anno un
altro grande eventi e, perché no, la Finale Oro”.

“E’ con un senso di gratitudine che accolgo il lavoro fatto – ha detto l’Assessore allo sport
del Comune di Palermo, Sabrina Figuccia – un lavoro quotidiano fatto sorridendo e con
grande impegno. Il nostro compito è di dare la sensazione all’esterno dello Stadio delle
Palme che ogni giorno ci sia una finale”.

Come da programma orario, la prima sfida in pista è rappresentata dai 110 ostacoli
maschili e femminili previsti a partire dalle 16.45; a seguire i 100 metri piani con in
pista subito uno dei protagonisti della due giorni di gare, il velocista cingalese Yupun
Abeykoon (Nissolino Sport SRL ASU) medaglia di bronzo nei 100 metri ai Giochi del
Commonwealth 2022 e che vanta un personale di 9″96.  Alle 18.15 occhi puntati
sulla pedana del salto triplo con il cubano Andy Diaz, fresco campione della
Diamond League con un super 17,70 nel triplo, asso nella manica della Libertas
Unicusano Livorno.


Domenica si comincia alle ore 9.00 con i 5000 femminili, mezz’ora dopo toccherà
agli uomini con due atleti su tutti da seguire, il keniano Hosea Kisorio Kimeli (due
volte vincitore alla maratona di Palermo) tesserato per l’Atletica Virtus Lucca e il
burundiano Jean Marie Nyiomukiza (recente vincitore alla Notturna di San
Giovanni) della Libertas Unicusano Livorno.

In gara, in chiave azzurra, sempre nei 5000, Marco Fontata Granotto (Atletica
Insieme Verona) reduce dai giochi Mediterranei under 23. Domenica da seguire
l’ottocentista Amel Tuka, argento ai mondiali di Doha nel 2019 nel doppio giro di
pista. Il 31enne bosniaco anch’egli dell’Atletica Insieme Verona, sabato sarà
presente anche nei 400 piani.

LE SQUADRE
Finale “A” Bronzo – Palermo 17 e 18 settembre 2022
Club maschili: SSD Nissolino Sport SRL ASU; Atletica Malignani Libertas UD; Ass. Atl.
Libertas Orvieto; Atl. Aden Exprivia Molfetta; S.E.F. Virtus Emilsider BO; Toscana Atletica
Futura; Varese Atletica A.S.D; CUS Insubria Varese Como; Atl. Cento Torri Pavia; A.S.D.
Team Treviso; Expandia Atl. Insieme Verona; Atl.Libertas Unicusano Livorno .
Club femminili: Atl. Lecco-Colombo Costruzioni; Toscana Atl. Empoli Nissan; SSD Nissolino
Sport SRL ASU; A.S.D. C.U.S. Catania; N. Atl. Varese; Atletica Malignani Libertas UD; Atl.
Avis Macerata; ASD Arca Atl.Aversa A.Aversano; Sisport SSD; G.S.Self Atl. Montanari
Gruzza; Atl. Lugo; Team Atletica Marche.

LE SICILIANE IMPEGNATE NELLE FINALI DEI CDS IN QUESTO FINE SETTIMANA:  
Finale Bronzo di Palermo che, come detto, vedrà ai nastri di partenza il Cus Catania
femminile, neo promosso nella terza serie nazionale; Sicilia  rappresentata anche nella
finale Argento, che si disputerà nelle stesse date a Perugia, con il Cus Palermo e la Milone
Siracusa maschili. Infine a Saronno, nella finale “B” gareggeranno il Cus Palermo donne e la
Siracusatletica uomini.   


La Finale BRONZO in diretta streaming
I campionati di società saranno trasmessi in diretta streaming sulla pagina Facebook della Fidal Sicilia, Siciliarunning e su quella di Feel Rouge.

CORRELATI

Ultimi inseriti