Area Marina Protetta e rischio inondazioni. Tamajo preannuncia azioni eclatanti!

La IV Commissione Ambiente e Territorio  dell’ARS  si è riunita con un ordine del giorno che prevedeva un’eventuale votazione sulla Risoluzione 13/4 cioè la realizzazione di un collettore  di acque meteoriche sullo scarico dell’area marina protetta.

L’area marina è quella di Sferracavallo. Alla seduta c’erano presenti inoltre,  il nuovo Ass.re al Territorio e Ambiente e l’Ing. Idraulico Paola Pendino appartenente allo stesso assessorato.

L’Ing. Pendino oltre che professionista della materia può essere definita memoria storica dei “problemi” fognari della zona nord occidentale di Palermo, e ha fatto una esauriente descrizione tecnica della situazione attinente l’ordine del giorno e ha sicuramente fatto prendere coscienza, ai Deputati della Commissione, della grave situazione nella quale versa non solo il territorio attenzionato, ma tutta la città di Palermo.
Per l’Ing. Pendino la città di Palermo si trova in una criticità gravissima e si rischia di avere morti e milioni di euro di danni  perché ormai il clima si è trasformato e gli eventi meteorici intensi di tipo tropicale fanno si che la pioggia che prima veniva scaricata inotto mesi ora viene scaricata in un giorno. Perciò le portate d’acqua così importanti, non avendo il naturale sbocco al mare, hanno creato e creano costantemente rischi di alto livello. E tale rischio ormai è definito fino a quando non si troverà una soluzione idonea. Per ciò che riguarda Sferracavallo, sempre l’Ing. Pendino,  ritiene che la realtà della riserva è disastrosa:” Sferracavallo è altamente inquinata dai reflui che scaricano a mare” e tranne che i reflui non vengano trattati, depurati e poi scaricati in mare,non vede altre alternative valide.

L’On. Tamajo si “scaglia” contro la risoluzione in discussione perché non vede proposte soluzioni tecniche. Nel suo intervento accorato e  “trattenuto” a stento, cita le zone di Partanna Mondello che si allagano non appena piove e cita, inoltre, il disagio che vivono  i bambini che devono recarsi a scuola e trovano la scuola con l’ingresso allagato. Tamajo conclude promettendo azioni eclatanti se malauguratamente, a seguito dei citati eventi, dovesse verificarsi qualche tragedia.

Subito dopo prende la parola l’Ass.re Piergiorgio Gerratana e dice di  condividere in pieno  l’intervento e la proposta di Tamajo di ritirare la risoluzione, messa in votazione, in attesa di riunire nuovamente la Commissione con la presenza dei rappresentanti del Comune di Palermo. Pertanto la propone al Presidente On. Trizzino. La Risoluzione viene ritirata e rinviata ad una nuova audizione.

Print Friendly, PDF & Email