Appunti di una giovane anima. Alexandra Tomasi di Lampedusa: a Palazzo S. Elia si parla del libro di Gabriele Bonafede

La casa che ritroviamo nella copertina del libro

Domani, martedì 14 maggio, alle ore 18, a palazzo Sant’Elia in via Maqueda 81, a Palermo, avrà luogo la presentazione del libro di Gabriele Bonafede dal titolo “Appunti di una giovane anima. Alexandra Tomasi di Lampedusa” (Amazon Kindle marzo 2018. Editore: Maredolce, pubblicazione Indipendente).

All’incontro interverranno, insieme all’autore, Clara Monroy, Antonio Riolo, Gian Carlo Decimo e Filippo Pecoraino; con le letture di Viviana Lombardo e Giuseppe Tumminello. L’evento è inserito nel programma della Settimana delle culture, edizione 2019.

Sinossi e cenni biografici

“Appunti di una giovane anima. Alexandra Tomasi di Lampedusa” narra soprattutto il Novecento in un’epopea vista principalmente dalla parte degli sconfitti.

Il racconto vola su mezzo secolo (1904-1954) della storia d’Europa, compresa la Russia, attraverso la vita di una coppia straordinaria: Alexandra Wolff von Stomersee e lo scrittore siciliano Giuseppe Tomasi di Lampedusa, l’autore del Gattopardo. L’avventurosa vita della coppia è raccontata privilegiando il punto di vista e il paesaggio sentimentale, geografico e professionale di Alexandra, che è stata anche la prima psicanalista donna in Italia e della quale si conosce molto meno del famoso marito.

Il romanzo ha diversi piani narrativi nei quali si possono considerare veri e propri personaggi anche i Paesi europei attraversati da un capo all’altro dell’Europa dei primi cinque decenni del Novecento: la Russia zarista e poi bolscevica, la Lettonia, la Germania di Weimar, e la stessa Sicilia.

Oltre ai due protagonisti principali, sono presenti altri personaggi-chiave, reali o verosimili, che ruotano intorno alla coppia Lampedusa, così come all’Europa del “secolo breve”.

A partire dalla narratrice, una “bambina eterea”, ovvero una “giovane anima”, che rivelerà solo nelle ultime righe la propria identità: come un piccolo “giallo” incastonato in una storia d’avventura, di viaggi, di letteratura e di relazione culturale e psicologica tra un uomo e una donna straordinari. E che hanno fatto epoca.

Gabriele Bonafede (Palermo 1965), ha ottenuto il Master in Public Policy and Planning alla facoltà d’economia della NortheasternUniversity di Boston (USA) nel 1993 e il dottorato di ricerca in Pianificazione Territoriale in Italia nel 1994. Nel 1996 si è specializzato in RegionalStudies in DevelopingCountries al MIT di Cambridge (USA). Poliglotta, lavora da più di trent’anni nell’ambito della cooperazione internazionale quale esperto di sviluppo economico. Ha collaborato con molte testate giornalistiche a partire dagli anni ’90 tra i quali Il Mediterraneo, Il Giornale di Sicilia, L’Ora. Ha pubblicato saggi su temi d’economia e sviluppo e articoli accademici in italiano, portoghese e inglese.

Print Friendly, PDF & Email