domenica, 7 Agosto 2022
spot_img
HomearteAll’aeroporto di Palermo la mostra sul patrimonio naturalistico del pianeta

All’aeroporto di Palermo la mostra sul patrimonio naturalistico del pianeta

Prima uscita ufficiale delle immagini del contest internazionale organizzato dall'Afni

Ottanta foto provenienti da ogni parte del mondo per immergersi nella natura. L’aeroporto internazionale Falcone Borsellino di Palermo ospita una mostra sul patrimonio naturalistico del pianeta. Si tratta della prima uscita ufficiale del contest internazionale di fotografia naturalistica del 2021 chiamato “Asferico”, organizzato ogni anno dall’Afni, l’associazione di fotografi naturalisti italiani.

La mostra raccoglie le immagini dell’ultima edizione che ha visto la partecipazione di 750 fotografi provenienti da 49 paesi del mondo per un totale di oltre 18000 immagini. Le fotografie esposte sono le vincitrici e le finaliste delle dieci categorie del contest: paesaggio, il mondo subacqueo, mammiferi, uccelli, altri animali, piante e funghi, composizione e forme, uomo e natura, giovani (fino 14 anni) e giovani (dai 15 ai 17 anni).

“L’etica del fotografo è per noi un fattore imprescindibile – dice Ezio Giuffré, responsabile mostre e coordinatore della sezione Sicilia Afni  – La protezione e valorizzazione dell’ambiente non è seconda alla componente estetica della stessa fotografia, la bellezza dell’immagine porta con se la preziosità del soggetto ritratto. L’aeroporto di Palermo – conclude Giuffré – con questa importante mostra si fa portavoce di un messaggio potente, di immediata comprensione ma con respiro internazionale, che vuole sensibilizzare gli osservatori”.

Le fotografie sono installate su una parete lunga oltre 25 metri, tra i gates 3 e 5 dell’area imbarchi dello scalo aereo palermitano. L’associazione vanta una linea editoriale di prestigio chiamata “Asferico” che stampa quadrimestralmente una rivista unica nel settore con articoli incentrati sulla fotografia naturalistica e sui molti aspetti dell’ecologia, rivista destinata ai soci o agli abbonati. Ogni anno, da 15 anni, l’associazione cura l’omonimo concorso di fotografia naturalistica “Asferico, International Nature Photography Competition”.

“Da diversi anni l’aeroporto dà spazio a mostre fotografiche di forte impatto sociale – dice Giovanni Scalia, amministratore delegato del Falcone Borsellino – Grazie alla mostra dell’Afni, tocchiamo argomenti fondamentali per il nostro futuro: preservare l’equilibrio della natura, l’ecologia e la sostenibilità ambientale. Gesap è in prima linea per portare avanti progetti finalizzati allo sviluppo sostenibile del settore aereo. E infatti continua a investire sull’energia rinnovabile ed è impegnata ad azzerare, entro il 2050, le emissioni di CO2. Tutte azioni mirate alla tutela dell’ambiente e della natura che ci circonda”.

L’AEROPORTO INTERNAZIONALE “FALCONE BORSELLINO” DI PALERMO RIDUCE LE EMISSIONI DI DECOLLO E ATTERRAGGIO CON SITA

Lo scalo palermitano è il primo in Europa a sperimentare 

questo sistema di monitoraggio

SITA, fornitore IT leader mondiale per il settore del trasporto aereo, e l’Aeroporto Internazionale “Falcone Borsellino” di Palermo hanno annunciato una nuova partnership per testare, per un periodo iniziale di 4 mesi, il SITA Emission Manager, una soluzione unica che mira ad aiutare l’aeroporto a monitorare e a ridurre significativamente le emissioni indirette (anche dette di “Scope 3”) sia durante i cicli di atterraggio e decollo degli aerei, sia ottimizzando il tempo di turn-around degli aerei e dei veicoli di terra, sfruttando la piattaforma SITA Airport Management, che consente il perfezionamento delle operazioni dello scalo. L’aeroporto palermitano sarà il primo scalo a livello europeo a sperimentare questa soluzione per il monitoraggio delle emissioni.

Con la crescente pressione ambientale sull’aviazione affinché intraprenda azioni più immediate e maggiori per ridurre la sua dipendenza dai combustibili fossili, come si evince dalla recente COP26, il vertice mondiale delle Nazioni Unite sul clima del 2021, l’industria sta adottando misure per accelerare la sua decarbonizzazione.

Secondo uno studio scientifico, il 97% delle emission annue locali in un aeroporto derivano proprio dalla partenza e dall’arrivo dei voli aerei. Le emissioni ‘Scope 3’ rappresentano la più grande fonte di gas serra per la maggior parte delle aziende che non controllano direttamente perché legate alla catena di valore, pertanto, sono la tipologia più impegnativa da quantificare, segnalare e affrontare.

La soluzione sviluppata da SITA, per far fronte alle crescenti sfide del settore, integrerà vari insiemi di dati sulle emissioni, per aiutare l’aeroporto a prendere decisioni consapevoli per gestire con una maggiore efficienza il “turn-around” dei velivoli nonchè le operazioni di piazzale e ridurre le emissioni di gas serra.

Il lancio di questa nuova sperimentazione è in linea con gli obiettivi comuni sia di SITA sia dell’Aeroporto di Palermo, forti entrambi di una collaborazione che dura da oltre 10 anni. Infatti, SITA si è impegnata a sostenere l’industria del trasporto aereo per ridurne il suo impatto ambientale, mentre l’Aeroporto di Palermo sta decarbonizzando le sue operazioni attraverso il programma Airport Carbon Accreditation di ACI. Tra il 2018 e il 2019, l’aeroporto aveva già ridotto le sue emissioni di carbonio   da 0.71 chilogrammi di COper passeggero a 0.67  con l’adozione di energie rinnovabili. Lo scalo ha stabilito l’obiettivo di raggiungere 0.60 kg di COper passeggero entro il 2023.

Sergio Colella, Presidente SITA per l’Europa, ha dichiarato: “Ci impegniamo a lavorare con i nostri clienti e l’intera comunità dell’aviazione per rendere il nostro settore più sostenibile aiutandoli nel loro viaggio verso la decarbonizzazione delle operazioni. Con il nostro portafoglio di soluzioni per compagnie aeree e aeroporti sempre in crescita, possiamo influenzare immediatamente la riduzione delle emissioni di carbonio e aiutare il settore ad affrontare la sfida delle emissioni Scope 3. Siamo lieti di continuare la nostra collaborazione con l’Aeroporto di Palermo, che è il primo scalo a sperimentare questa nuova capacità di gestione delle emissioni”.

Giovanni Scalia, Amministratore Delegato dell’Aeroporto Internazionale “Falcone Borsellino” di Palermo, ha dichiarato: “L’ambiente e lo sviluppo ecosostenibile dell’aeroporto sono per noi due temi molto importanti che intendiamo perseguire con una serie di interventi. La parola chiave qui è ‘sostenibilità‘ e l’obiettivo è la riduzione delle nostre emissioni di carbonio e il raggiungimento del ‘net zero’ entro il 2050 secondo la risoluzione che abbiamo firmato alla ventinovesima Assemblea e Congresso annuale di ACI EUROPE a Cipro. Siamo entusiasti di lavorare con SITA per migliorare la nostra raccolta di dati sulle emissioni e consentirci di prendere decisioni di ottimizzazione più aggiornate e immediate”.

SITA – Società Internazionale Telecomunicazioni Aeronautiche

SITA è il fornitore di soluzioni IT per l’industria del trasporto aereo e offre soluzioni per compagnie aeree, aeroporti, aerei e agenzie governative. La sua tecnologia consente di viaggiare in aereo senza intoppi, in modo sicuro e sostenibile.

Con oltre 2.500 clienti, le soluzioni di SITA consentono a più di 1000 aeroporti di raggiungere l’efficienza operativa e rendono l’aereo connesso una realtà su 18.000 velivoli in tutto il mondo. SITA fornisce inoltre soluzioni IT che aiutano più di 70 Governi a garantire la sicurezza fra i confini offrendo al passeggero viaggi senza intoppi. La rete di comunicazione di SITA collega ogni angolo del pianeta e copre il 60% dello scambio di dati della comunità del trasporto aereo.

SITA ha ottenuto la certificazione CarbonNeutral® in linea con il principi del Carbon Protocol – i principali standard globali per i programmi carbon neutral. Con il programma Planet+, riconosciuto dalle Nazioni Unite, sono state ridotte le emissioni di gas serra per tutte le operazione, mentre, al contempo, sono state fornite soluzioni per aiutare il settore del trasporto aereo a raggiungere gli obiettivi di riduzione del CO2, incluse la diminuzione dell’uso del caburante e una maggiore efficienza operazionale in aeroporto.

Controllata al 100% da membri dell’industria del trasporto aereo, SITA ha una capacità unica di comprendere i bisogni del settore. Compagnia dall’animo profondamente internazionale, SITA fornisce i suoi servizi a più di 200 Paesi e territori. 

Aeroporto Internazionale “Falcone Borsellino” di Palermo

GES.A.P. SpA è la società di gestione dell’Aeroporto Internazionale “Falcone Borsellino” di Palermo, con un capitale sociale pari ad euro 66.850.026,85, interamente sottoscritto, suddiviso in 1.294.289 azioni da euro 51,65 cadauna, ripartito tra la Città Metropolitana di Palermo, il Comune di Palermo, la Camera di Commercio di Palermo, il Comune di Cinisi, Confindustria Palermo ed altri soci minori.

Quale gestore aeroportuale, la Società progetta, realizza e gestisce aree, infrastrutture ed impianti dello scalo, dei quali cura ogni necessaria manutenzione ed implementazione, fornendo, altresì, i servizi centralizzati quali, ad esempio, il coordinamento di scalo, i sistemi informativi e di informazione al pubblico, la vigilanza e la sicurezza aeroportuale e la fornitura di servizi commerciali, direttamente o attraverso subconcessioni a terzi.

Nel 2020, l’aeroporto internazionale Falcone Borsellino di Palermo ha ricevuto dall’Airport Council International (ACI) World e dall’ACI Europe l’”Airport Health Accreditation”, il riconoscimento a livello europeo come eccellenze nella gestione del contenimento del Covid-19.

Nel 2021, ha ottenendo il secondo livello dell’Airport Carbon Accreditation (ACA), il programma per la gestione della riduzioni delle emissioni di CO2 in ambito aeroportuale.

L’importante riconoscimento è stato assegnato a seguito dell’approvazione da parte dell’Airport Council International (ACI) – l’associazione degli aeroporti europei – del documento “Carbon Management Plan” predisposto dalla Gesap – la società di gestione dell’aeroporto di Palermo – e valutato dall’ente di certificazione TUV.

Nel 2021, riceve il Best Airport Award: il premio come migliore scalo aereo d’Europa della categoria 5-10 milioni di passeggeri su resilienza e sostenibilità ambientale durante la pandemia.

Per maggiori informazioni: aeroportodipalermo.it

CORRELATI

Ultimi inseriti