Alla scoperta dei pupi ”pagani” Re Truffaldino e Marfisa per la nuova settimana del Museo Pasqualino

museo pasqualino
Duca Namo di Baviera e Gradasso re della Siricania

Prosegue con due iniziative online #ilmuseoracconta..., un viaggio attraverso cui esplorare, approfondire e riscoprire sui social le preziose collezioni del museo Pasqualino di Palermo.

Lunedì 20 luglio, alle 12, appuntamento con la video presentazione del pupo catanese armato del saraceno re Truffaldino. 
Personaggio della Storia dei paladini di Francia, risale ai primi decenni del XX secolo e proviene dal teatro di Natale Meli. Il perfido re Truffaldino di Babilonia è un personaggio inventato da Matteo Maria Boiardo nell’Orlando innamorato. Le prime notizie della sua indole crudele affiorano quando Rinaldo, appresa la triste storia di Albarosa, giura solennemente di punire l’infame.


Mercoledì 22 luglio, ancora alle 12, spazio al pupo palermitano armato raffigurante la valorosa guerriera pagana Marfisa.
Anch’essa parte della Storia dei paladini di Francia, proviene dal teatro di Gaspare Canino. La testa è del XIX secolo, mentre l’armatura del 1930 circa. Cristiana di nascita e saracena d’adozione, Marfisa è imperatrice di Persia, figlia di Ruggero di Risa e Galiacella e gemella di Ruggero d’ Africa. Alter ego di Bradamante (ma sul versante saraceno), sua apparente rivale in amore e poi cognata ritrovata, passerà dalla parte dei cristiani dopo aver scoperto le sue vere origini.