Al via la “Settimana delle Culture”

Il sindaco Leoluca Orlando, stamani ha partecipato all’apertura della seconda edizione della “Settimana delle Culture” al Real Albergo delle Povere di corso Calatafimi. Presente all’incontro, tra gli altri anche l’assessore alla Cultura, Andrea Cusumano e Gabriella Renier Filippone presidente del Comitato “Insieme per Palermo” che ha organizzato la manifestazione in programma da domani e fino al 9 novembre.

“Vorrei dire soltanto poche parole – ha detto nel corso del suo intervento il sindaco Orlando – partendo da un assunto che costituisce per me una norma di comportamento: il mondo è cambiato. La settimana delle Culture ha compreso questo cambiamento introducendo nel modo di essere elementi di straordinaria innovazione, ha messo in soffitta il ruolo del pubblico che non ha risorse e ha chiesto al pubblico l’assegnazione di spazi. Ha affermato il ruolo della società civile e dei privati rispetto alla promozione della cultura e lo ha fatto non soltanto sul versante “per niente spregevole degli sponsor” ma anche sul versante del coinvolgimento della società civile nell’organizzazione di questa settimana. Il mondo è cambiato se è vero come è vero si sono messe in soffitta le scatole e le matriosche. Ogni espressione artistica era una matriosca più piccola all’interno di una più grande. Credo che questa settimana abbia spazzato via questa impostazione perché non c’è espressione artistica che non trovi spazio in questi 7 giorni. La settimana – ha concluso il sindaco di Palermo – afferma una verità: Palermo è bellissima ed è migliore di noi palermitani che la abitiamo. E’compito di tutti e di ciascuno nei comportamenti e nelle azioni essere adeguati alle bellezze e risorse della nostra città. La settimana delle culture tiene conto di “storia e geografia”, di esperienze di tempi passati e presenti e di luoghi vicini e lontani, tiene conto della identità del “mosaico”Palermo che è grande città mediterranea in Europa”.

“Voglio ringraziare chi ha organizzato questa settimana – ha invece sottolineato l’assessore alla Cultura Andrea Cusumano – per la tenacia e per il garbo, che riesce in questo momento di difficoltà a portare avanti attività di questo tipo ma sopratutto a lanciare un messaggio importante che è quello della cultura, che è comunità. Attraverso l’interlocuzione con diversi soggetti, cittadini, istituzioni, privati, riuscire a fare sistema, mettersi insieme e a trovare poi i modelli di operatività culturale. Il mondo è cambiato e bisogna affrontare il cambiamento e non lamentarsi e penso che la settimana delle culture abbia dato un segnale importante rispetto a questo. Multiculturalità e multidisciplinarietà due elementi propri di Palermo fanno parte fondante di questa settimana”.

Print Friendly, PDF & Email