All’Infiorata di Noto prove tecniche per Affacciabedda, il Progetto di Mario Incudine

Prende il via il Cunto in solitaria di Mario Incudine alla 41^ edizione dell’infiorata di Noto, prova la cui idea riprende l’antico format delle serenate

affacciabedda
mario incudine infiorata noto - affacciabedda

Prove tecniche per il format Affacciabedda che è stato sperimentato lo scorso sabato sera a Noto. In occasione della 41^ Infiorata di via Nicolaci, che si è svolta nella città barocca, Mario Incudine ha messo in scena il Cunto della rinascita di Noto dal sacrato della Cattedrale e in giro per le vie della città, senza pubblico, fino in via Nicolaci dove era stata realizzata l’infiorata.

I cittadini di Noto, non solo hanno avuto la possibilità di seguire lo spettacolo in diretta tramite i canili social e la Tv, ma hanno partecipato ugualmente all’evento in una sorta di piazza virtuale.

Per Mario Incudine è stato una sorta di esperimento del progetto Affacciabedda, presentata al pubblico nei giorni scorsi, che vuole proporre per questa estate, considerate le norme anti contagio che non consentono assembramenti.

IL PROGETTO

La proposta progettuale dell’Asc Production e del Teatro Donnafugata, supportata da Quintosol Production, Georgia Lo Faro Eventi, BM Produzioni e Oddo Management, ha una grandissima valenza culturale e sociale. Rappresenta, infatti, uno strumento di divulgazione e promozione del patrimonio culturale e artistico siciliano che coinvolge maestranze, intellettuali, associazioni culturali, realtà locali e tutti i cittadini della città interessate.

Trasformare i balconi delle città in platee di teatro è l’idea di Mario Incudine per l’estate che si avvicina. Lo scopo è quello di portare la musica e lo spettacolo a casa della gente. Si tratta di un’esibizione itinerante da tenersi per le vie delle città che potrà essere vista non solo da chi si affaccia al balcone ma da tutti attraverso sistemi digitali.

Ripartire quindi dall’antico format della “serenata” per offrire alla gente, anche in questo particolare periodo storico, un momento di distrazione grazie alla musica e allo spettacolo culturale.

Il musicista, attraverso un percorso walk by step tra i vicoli e le strade della città, incontrerà altri artisti, attori di prosa, comici e drammatici, gruppi musicali, maestri di arte e di spettacolo. Lo spettatore, pur rimanendo a casa, sarà coinvolto ugualmente nello spettacolo che si sta svolgendo nella propria città partecipando direttamente all’evento nella piazza virtuale che si creerà. Tutto ciò naturalmente non determinerà assembramenti perché gli artisti si esibiranno senza pubblico e l’arte arriverà ugualmente in ogni casa.

AffacciaBedda è quindi il primo festival nazionale della serenata, pensato dall’artista siciliano Mario Incudine che rappresenta, inoltre, uno strumento promozione del patrimonio culturale e artistico siciliano che coinvolge maestranze, intellettuali, associazioni culturali, realtà locali e tutti i cittadini della città interessate. Un evento che darebbe anche l’opportunità di arricchire l’offerta turistica, promossa dalla Regione Sicilia, in merito al turismo di prossimità, diventando un biglietto da visita da distribuire ai turisti e visitatori che hanno scelto la Sicilia come meta delle loro vacanze.