Abusivismo – Controlli a tappeto sulle aree pubbliche

600 chili di frutta sequestrati ad un venditore abusivo,  sospensione dell’attività  di vendita di un furgone panineria e  l’asportazione di una baracca abusiva, sono gli interventi  compiuti dalla Polizia Municipale in via Acireale, a Borgonuovo.

Gli agenti del nucleo di controllo del commercio su aree pubbliche, nell’ambito degli accertamenti predisposti dal Comando di via Dogali sulle attività commerciali, ha individuato in via Acireale, una rivendita di prodotti ortofrutticoli ed ortaggi.  Alla rituale richiesta della documentazione necessaria per intraprendere l’attività,  i due venditori presenti, E.F. di 43 anni e S.F. di 67 anni non hanno esibito alcuna autorizzazione amministrativa, per cui gli agenti hanno proceduto al sequestro di due rastrelliere utilizzate per l’esposizione dei prodotti, un ombrellone e di 600 chili di frutta e ortaggi che sono stati devoluti in beneficienza.

I due venditori sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per occupazione abusiva di suolo pubblico.

La rimozione della rivendita abusiva, ha liberato la visuale di un asilo nido, dove ai lati del muro perimetrale, gli agenti hanno rinvenuto una baracca utilizzata per la vendita di frattaglie, ancorata alla ringhiera con catene e lucchetti.

Con l’intervento dei vigili del fuoco la struttura è stata sganciata e consegnata alla azienda di igiene ambientale per lo smaltimento.

Conclusa l’operazione, nella stessa via è stato sottoposto ai controlli un furgone panineria, al cui titolare è stata sospesa l’attività e sequestrata la carta di circolazione per la omessa revisione e la mancata omologazione del veicolo alla vendita; il titolare potrà intraprendere l’attività non appena avrà sanato le inadempienze.