martedì, 30 Novembre 2021
spot_img
HomesocialeA Palermo chiude “Casa Marconi”: avviato licenziamento per 15 dipendenti

A Palermo chiude “Casa Marconi”: avviato licenziamento per 15 dipendenti

Brutte notizie per 15 dipendenti di “Casa Marconi”. La struttura che si trova in via Monfenera, ospita più di 50 posti letto per gli studenti fuori sede dell’Università degli Studi di Palermo verrà chiusa. L’appalto scaduto il 31 ottobre, non è stato rinnovato; la crisi però era iniziata già nel 2010, quando Casa Marconi aveva dovuto rinunciare alla mensa studentesca.
Ieri la Marconi s.rl., azienda che gestisce il pensionato studentesco, ha comunicato con una nota inviata alle sigle sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil che avvierà la “procedura di licenziamento collettivo per 15 dipendenti a causa della definitiva perdita della convenzione con l’Ersu e della improcrastinabile cessazione della attività della società per le costanti perdite finanziarie”.
“Non possiamo accettare – dichiara Monja Caiolo, segretaria generale della Filcams Cgil Palermo, il sindacato che rappresenta la totalità dei lavoratori- un licenziamento collettivo: è vero, infatti, che l’Ersu non ha rinnovato la proroga dell’appalto con Casa Marconi, l’Ente regionale per il diritto allo studio, ma è anche vero che Casa Marconi è una struttura ricettiva che funziona. Non mettiamo in dubbio la sofferenza dell’azienda ma Casa Marconi -aggiunge la sindacalista- opera anche come bed and breakfast, oltre che come pensionato studentesco: oggi alcuni lavoratori ci hanno riferito di aver dovuto cancellare delle prenotazioni. Riteniamo- continua la sindacalista- che avviando una politica volta a potenziare il ruolo di Casa Marconi come struttura ricettiva sarà possibile evitare di mandare a casa 15 lavoratori. Aggiungendo -conclude la Caiolo- alla già drammatica situazione del capoluogo siciliano un’altra pagina di dolore: la Filcams avvierà forme di mobilitazione per tutelare i posti di lavoro del 15 dipendenti”.

CORRELATI

Ultimi inseriti