lunedì, 15 Luglio 2024
spot_img
Homeevidenza8 Marzo. Giornata di ricordo e riflessione

8 Marzo. Giornata di ricordo e riflessione

Donna parola che racchiude in sé mille sfumature. Sono parte fondamentale della società, svolgono lavori pari a quelli degli uomini, sono istruite, sono dirigenti di grandi aziende, piloti di aerei, concorrono alle elezioni come presidenti e sono finalmente rispettate, anche se per raggiungere questa indipendenza hanno lottato per molti secoli.

Oggi,  marzo, è una data particolare, è un giorno di ricordo e riflessione. Infatti si celebra in tutto il mondo, la Giornata mondiale della donna, chiamata comunemente Festa della donna. È stata istituita proprio per rammentare da un lato le conquiste politiche, sociali ed economiche; dall’ altro le discriminazioni e le violenze da loro subite nella storia. Infatti questa ricorrenza deve essere un’occasione in più per rafforzare la lotta contro le disparità che ancora oggi qualche donna è costretta a sopportare, specialmente in alcune parti del mondo.

Le origini di questa festività risalgono nel 1908, quando, in una fabbrica tessile ‘Cotton’, nel cuore di New York, 129 operaie, dopo aver scioperato per protestare contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare, furono segregate dentro dal proprietario e morirono arse vive. Successivamente l’8 marzo venne proposto come giornata internazionale proprio in ricordo della tragedia.

In Italia venne istituita nel 1922. La data in quel caso cadde il 12 marzo. Certamente la donna, nel corso degli anni, ha raggiunto traguardi non indifferenti e alcune di loro hanno fatto la storia, anche se tanti sono ancora i problemi che pesano continuamente sulla condizione femminile: basti pensare agli stupri, abusi e stalking.

Bisognerebbe recuperare il vero senso di questa festa, dimenticato ormai, negli ultimi anni, e non considerarla solo come una buona occasione per uscire con le amiche trasgredendo nei vari locali notturni. Questo è un giorno dal valore forte. È un giorno importante per testimoniare e ricordare  l’acquisizione della propria indipendenza sia nel lavoro che nella vita in generale.

È stato scelto come simbolo di questa ricorrenza un fiore, la mimosa, che sboccia proprio nei primi giorni di marzo, è di un colore giallo intenso, e ricorda quello del sole e con il suo profumo inebriante annuncia l’imminente risveglio della natura.

L’ 8 marzo è tutti i giorni, poiché tutti i giorni si festeggia l’essere donna e non è necessario una data sul calendario che ricordi di farlo.

CORRELATI

Ultimi inseriti