giovedì, 29 Luglio 2021
spot_img
HomeappuntamentiContinua la "Maratona Musicale dei sei Conservatori siciliani", sabato la seconda tappa...

Continua la “Maratona Musicale dei sei Conservatori siciliani”, sabato la seconda tappa a Palermo

Prosegue sabato 27 febbraio, dalle ore 16 alle ore 19:30, presso la Sala Scarlatti del Conservatorio di Palermo la Maratona Musicale promossa dai sei Conservatori di Musica siciliani per portare all’attenzione dell’opinione pubblica, della politica e dei rappresentanti delle Istituzioni, le gravi problematiche del sistema nazionale di Alta Formazione Artistica e Musicale, quasi paralizzato per il mancato completamento della Legge di riforma 508/99. La manifestazione, cui hanno prontamente aderito tutti i sei Conservatori Siciliani (Conservatorio “V. Bellini” di Palermo, Istituto Musicale “V. Bellini” di Caltanissetta, Istituto Superiore di Studi Musicali di Catania, Conservatorio “A. Corelli” di Messina, Conservatorio “A. Scontrino” di Trapani e Istituto Superiore di Studi Musicali “A. Toscanini” di Ribera) ha preso il via lo scorso fine settimana a Ribera e vuole dare continuità alle tematiche trattate con la “Giornata nazionale di protesta e di proposta” dei conservatori, svoltasi lo scorso 13 febbraio in tutta Italia.

In particolare si vuol mettere in evidenza la ritardata emanazione dei regolamenti attuativi della Legge 508/99, attesi da ben 17 anni, riguardanti un nuovo sistema di reclutamento, l’ordinamento di tutti i corsi di studio, l’incremento delle risorse, nonché la statalizzazione dei Conservatori finora finanziati dagli enti locali, oggi in gravissima situazione economico-finanziaria a causa della soppressione delle Province e dei gravosi tagli ai Comuni. La mancata statalizzazione infatti ha già causato la chiusura dell’Istituto “Pergolesi” di Ancona e sta mettendo a rischio la sopravvivenza di altri Istituti tra cui il “Toscanini” di Ribera, il “Bellini” di Catania, il “Bellini” di Caltanissetta, oltre al “Paisiello” di Taranto e al “Mascagni” di Livorno.

Il concerto avrà inizio dopo la lettura e la distribuzione al pubblico della Mozione votata all’unanimità a Roma lo scorso 27 gennaio dalle Conferenze riunite dei Presidenti, Direttori e Studenti dei Conservatori Italiani.


Si esibiranno solisti e gruppi strumentali e vocali di diversa tipologia provenienti dai sei istituti siciliani secondo un programma musicale che prevede l’esibizione del pianista Vito Vultaggio, del chitarrista Aldo Popolano e del quartetto Sax Solum del Conservatorio di Trapani (musiche di Prokov’ev, Segovia, Turina, Romero), del Trinacria Saxophone Quartet del Conservatorio di Messina (musiche di Brutti, Rossini, Wiberny, Wiedoeft, Matitia, Abreu), il pianista Luigi Saldì e il Chitarrista Alberto Aceri per l’Istituto Bellini di Caltanissetta (musiche di Schönberg, Sollima, Villa-Lobos, Rodrigo), il pianista Nicolò Cafaro per l’Istituto Bellini di Catania (musiche di Chopin), i pianisti Giulio Lodato, Calogero Lupo, Salvatore Gaglio, Sabrina Ciliberto, Giuseppe Francolino, Calogero Lupo, il violoncellista Calogero Marotta, la flautista Antonella Callea, il soprano Giovanna Nuara e il duo di chitarre formato da Paolo Alongi e Angelo Bartolotta per l’Istituto Toscanini di Ribera (musiche di Longo, Berkovich, Fauré, Gaubert, Puccini, Piazzolla, De Falla, Milhaud, mentre per il Conservatorio di Palermo si esibirà l’Ensemble di Ottoni del Conservatorio (musiche di Purcell).

 

L’ingresso al concerto sarà libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Informazionie www.conservatoriobellini.it – T.  091.580921 – 091.582803

 

CORRELATI

Ultimi inseriti