XLIV edizione del Premio Mondello: un premio che agisce sul territorio socialmente e culturalmente

Conferenza stampa XLIV Edizione Premio Mondello
Conferenza stampa XLIV Edizione Premio Mondello

Si è svolto a Palermo, a Palazzo Branciforte, l’incontro tra la stampa e i vincitori del Premio Opera Italiana e del Premio Mondello Critica. A presenziare, il Presidente della Fondazione Premio Mondello, Giovanni Puglisi ed il Direttore Editoriale XXXI edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino, Nicola La Gioia.

Il Presidente Puglisi ha sottolineato come i vincitori siano le figure rappresentative del senso di questa edizione. Dai loro testi, si evince l’anima dell’autore, e così come loro anche Palermo, ha un’anima. Come l’etimologia della parola Palermo “TuttoPorto”, anche il Premio Mondello richiama questo rapporto terra-mare poichè  ha avuto origine in una borgata, termine che esprime chiaramente la vitalità e la vivacità del luogo stesso.

Grande ringraziamento è stato tributato al Comitato di Selezione, composto rispettivamente da Giuseppe Lupo, Francesco Pacifico e Francesca Serafini, per essere riuscito a cogliere in piena ed assoluta autonomia le più brillanti personalità di questa esperienza letteraria-culturale. Il Premio Mondello sottopone poi se stesso ad un giudizio ulteriore, quello di confrontarsi con il gusto dei cosiddetti lettori abituati, i quali hanno la capacità di sapere leggere, diverso dalla lettura superficiale.

Il premio nasce con due scopi principali: da un lato quello di diffondere una sana lettura nelle scuole e nelle librerie, dall’altro quello di aiutare i giovani a maturare una lettura critica dei testi. Il Presidente Puglisi lamenta che ciò che manca principalmente nella scuola italiana è lo stimolo, la curiosità verso la lettura. Senza la curiositas, il mondo non si muove. I ragazzi in questo modo sono “costretti” a misurarsi con dei testi letterari e competere tra loro, così che possano emergere gli scrittori e i giornalisti del futuro cogliendo l’occasione in questo modo di esercitare una loro attitudine, spesso trascurata per mancanza di sfrontatezza.

Conferenza stampa XLIV Edizione Premio Mondello
Conferenza stampa XLIV Edizione Premio Mondello

Questo premio vuole suggerire un’educazione alla lettura e un’educazione alla scrittura.  Aiuta a misurarsi con gli altri  attraverso il confronto e ad apprendere e capire non soltanto chi ci sta davanti visivamente, ma anche la figura dell’autore attraverso la lettura approfondita di un testo letterario.

Non è un caso che sia stato aggiunto il Premio Mondello Critica. La critica letteraria è fondamentale, non è importante che vinca il libro che attira più consenso, ma il libro che valichi le apparenti differenze formali e strutturali. Vincitore di quest’anno con “Biologia letteraria” è Alberto Casadei il quale vuole proporre la letteratura attraverso “il cannocchiale” dei nuovi linguaggi. «La forza di un libro – afferma Casadei – risiede nello stile», motivo per cui certe opere durano nel tempo.

Secondo Nicola La Gioia, la questione geografica è importante. Questa collaborazione tra il Premio Mondello ed il Salone del Libro di Torino, unisce due capitali della cultura, e porta alla ribalta personaggi che poi diventeranno i protagonisti del panorama letterario mondiale. Ne è un esempio Herta Muller, Premio Nobel per la Letteratura 2009, vincitrice del Premio Autore Straniero di questa edizione.

Palermo sta cambiando e la partecipazione maggiore, l’attenzione posta in merito a questi premi letterari sono una spia di questo cambiamento in atto. Non esiste nulla di più bello di un giovane che, in un modello meccanico di esistenza, mosso dalla curiosità, apre un libro e si immerge in un mondo che lo cambierà, forse per sempre.

Print Friendly, PDF & Email

Testata giornalistica reg. Tribunale Palermo n. 7/2014 - Iscrizione ROC n. 31030