Volkswagen: avviato richiamo di 400.000 veicoli. Problemi al sistema di controllo del freno

Nel mezzo del dieselgate, Volkswagen ha annunciato un richiamo in officina in Germania (anche in Italia) di 400.000 auto del modello Audi, Golf e Skoda, per problemi con il sistema di controllo del freno. La casa automobilistica ha confermato che il richiamo colpisce 385.000 automobili nella sola Germania delle marche VW, Audi e Skoda. La stabilizzazione del veicolo attraverso il sistema di controllo del freno potrebbe nella Guida dinamica “difficile”‘ non essere efficace nel correggere sia eventuali situazioni di sovrasterzo o sottosterzo, che si possono verificare in caso di errata impostazione di una curva, sia in caso di improvvisa deviazione di traiettoria, evitando lo sbandamento del veicolo. Il problema è un “sovraccarico di termo-meccanica” in ECU per l’ABS (sistema antibloccaggio) ed ESP (programma elettronico di stabilità). ESP (controllo elettronico della stabilità) è un sistema per il controllo della stabilità dell’automobile, che agisce in fase di sbandata, regolando la potenza del motore e frenando le singole ruote con differente intensità in modo tale da ristabilizzare l’assetto della vettura.Tale dispositivo è efficace nel correggere sia eventuali situazioni di sovrasterzo o sottosterzo, che si possono verificare in caso di errata impostazione di una curva, sia in caso di improvvisa deviazione di traiettoria, evitando lo sbandamento del veicolo. L’ESP si avvale di alcune informazioni che arrivano dalla vettura stessa in movimento:
4 sensori di velocità (1 ogni ruota) integrati nel mozzo ruota che comunicano alla centralina la velocità istantanea di ogni singola ruota (quelli dell’Abs).
1 sensore di angolo sterzo, che comunica alla centralina la posizione del volante e quindi le intenzioni del guidatore.
3 accelerometri (1 per asse spaziale) normalmente posizionati a centro vettura, che indicano alla centralina le forze agenti sull’automobile.
La centralina interviene sia sull’alimentazione del motore (riducendone la coppia) che sulle singole pinze freno, correggendo la dinamica della vettura.
In particolar modo in caso di sottosterzo i freni intervengono frenando la ruota posteriore interna alla curva, creando un momento opposto alla sbandata, mentre in caso di sovrasterzo viene frenata la ruota anteriore esterna alla curva, generando sempre un momento opposto.
Un portavoce della casa automobilistica ha confermato la notizia, aggiungendo che finora non ci sono notizie di incidenti avvenuti per questo difetto. I clienti coinvolti riceveranno una lettera per posta, il controllo e l’eventuale riparazione non dovrebbero durare più di 2 ore. Nell’attività a tutela dei consumatori e dei proprietari o possessori di veicoli a motore, lo “Sportello dei Diritti” ancora una volta anticipa in Italia l’avvio di procedure di tal tipo da parte delle multinazionali automobilistiche anche a scopo preventivo, poiché non sempre tutti coloro che possiedono una vettura tra quelle indicate viene tempestivamente informato. È necessario, quindi, spiega Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, prestare la massima attenzione e rivolgersi alle autofficine autorizzate o ai concessionari o ai Concessionari Volkswagen Italia, nel caso in cui la propria autovettura corrisponda al modello in questione.

 

fonte: Sportello dei diritti

Print Friendly, PDF & Email

Giornale Cittadino Press
Testata giornalistica registrata Tribunale di Palermo n. 7/2014
Direttore Responsabile: Ninni Ricotta