Torna l’appuntamento col cinema spagnolo con un omaggio a Miguel Picazo

Miguel Picazo
Miguel Picazo: Un cineasta extramuros

Torna l’appuntamento con il cinema in lingua spagnola, domani (mercoledì 10) all’Instituto Cervantes di Palermo. Alle 19 – nell’ex chiesa di Sant’Eulalia dei Catalani, via Argenteria Nuova 33 – s’inaugura la rassegna «Autor@s del cinema spagnolo. Miguel Picazo», un omaggio al regista Miguel Picazo, esponente del Nuovo Cinema Spagnolo e creatore della sua opera fondatrice La tía Tula.

Quattro film di finzione – uno a settimana – preceduti da un documentario sulla sua figura e il suo ruolo nella storia del cinema spagnolo. La storia del cinema spagnolo ha una svolta col Nuovo cinema spagnolo, quando un gruppo di giovani negli anni Sessanta si forma in direzione cinematografica. Picazo sarà uno di loro, e continuerà il suo lavoro di formazione all’interno del mondo cinematografico europeo. Impegnato in una prospettiva sociale, rielaboratore della letteratura spagnola realistica e classica, questo cinema avrà il suo punto di partenza nell’adattamento dell’omonimo romanzo di Miguel de Unamuno: La Tía Tula, diretto da lui nel 1963.

Domani, sarà proiettato “Miguel Picazo, un cineasta extramuros (Spagna, 2016 – 96 min). Nome importante del cinema spagnolo, Miguel Picazo, viene riscoperto da un giovane studente di cinema che, dopo aver visto “La tía Tula” in un cinema estivo, decide di indagare sulla sua vita e sul suo lavoro, scoprendo con sorpresa una filmografia tanto piccola come piena di gioielli. In omaggio a Picazo, recentemente scomparso, questo documentario include testimonianze di tanti amici, collaboratori ed esperti, professionisti che hanno lavorato ai suoi cinque lungometraggi, ai suoi successi per TVE o ai suoi progetti come professore e funzionario.

La partecipazione è libera, fino ad esaurimento posti.

Print Friendly, PDF & Email

Testata giornalistica reg. Tribunale Palermo n. 7/2014 - Iscrizione ROC n. 31030