Sostegno e solidarietà dalle istituzioni per l’atto intimidatorio ai danni di Claudio Fava

Ecco alcuni dei messaggi di vicinanza nei confronti del Presidente della Commissione antimafia all'Ars, a cui stamani è stata recapitata una busta contenente un proiettile calibro 7,65

Claudio Fava
Claudio Fava - presidente della commissione Antimafia dell’Assemblea Regionale Siciliana

Una busta con proiettile è stata inviata questa mattina al Presidente della Commissione Antimafia dell’Assemblea Regionale Siciliana, mentre si sta occupando di Massoneria, del cosiddetto “sistema Montante” in Confindustria e della Trattativa Stato-Mafia. A seguito dell’accaduto, la Digos ha già provveduto al sequestro della busta e ad avviare le indagini.

Il Coordinamento “Palermo Pride“, oltre che la propria solidarietà, esprime all’onorevole anche la sua profonda stima e il pieno sostegno al lavoro che svolge: “La storia di Claudio Fava parla per lui: per questa ragione siamo sicuri/e che questa intimidazione non sortirà alcun effetto”.

“E’ un fatto estremamente inquietante – ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando – che non può essere sottovalutato. Sono certo che non intaccherà minimamente la determinazione con cui Claudio Fava porta avanti il suo lavoro di Presidente dell’Antimafia Regionale, ma ciò non toglie che si tratta di un fatto grave, sul quale sono certo sarà massima l’attenzione degli inquirenti e degli organi di sicurezza”.

Un messaggio di solidarietà è stato espresso anche dal vice segretario regionale de L’IDV (Italia dei Valori) Paolo Caracausi: “La busta con il proiettile recapitata al presidente della commissione Antimafia dell’Assemblea regionale siciliana, Claudio Fava, rappresenta un segnale inquietante: esprimiamo solidarietà al presidente Fava e chiediamo che si individuino al più presto i responsabili di questo vile gesto”.

Il capogruppo di Forza Italia all’ARS, Giuseppe Milazzo, nel condannare il vile gesto, esprime piena solidarietà all’onorevole Fava: “Un episodio del genere, ai danni di un Rappresentante delle Istituzioni sul territorio è inaccettabile. Ribadisco la mia piena vicinanza al deputato e collega Fava, augurandogli di continuare al meglio nel lavoro che la Commissione da lui presieduta sta svolgendo. È questa la migliore risposta all’increscioso gesto intimidatorio che mortifica tutti i siciliani onesti”.

“Sono solidale con il presidente della commissione regionale Antimafia, Claudio Fava – ha affermato il presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana, Gianfranco Miccichè – a cui stamattina, a Palazzo dei Normanni, è stata recapitata una busta contenente un proiettile calibro 7,65. Esprimo massima solidarietà, anche a nome dell’intero Parlamento siciliano, all’onorevole Fava vittima dell’ennesimo, preoccupante episodio intimidatorio, che rivela un clima di odio che va condannato. Siamo certi che Fava proseguirà nel suo impegno politico di denuncia e per l’affermazione della legalità, senza lasciarsi turbare da questo vile episodio”.

Anche il senatore di LeU (Liberi e Uguali), Francesco Laforgia, ha espresso la sua vicinanza con un messaggio su Twitter: “Claudio ti sono vicino. Ti conosco bene e so che continuerai senza paura con la tua azione di rinnovamento delle istituzioni e con la buona politica”.

Print Friendly, PDF & Email