Sicurezza stradale: suggerimenti e consigli pratici per una guida sicura e consapevole

Polizia Stradale

In Italia, secondo i dati dell’ACI – Automobile Club Italia, gli incidenti stradali sono la prima causa di morte tra le persone dai 15 ai 44 anni: un fenomeno molto grave che, purtroppo, riempie troppo spesso le prime pagine di quotidiani e telegiornali e che merita particolare attenzione. Placido Bruno, autista di pullman NCC (Noleggio Con Conducente) esperto e dalla pluriennale esperienza su strada, ci dà alcuni consigli per una guida attenta e consapevole.

L’autista Placido Bruno

Occorrono, dunque, prevenzione e controllo alla guida imprudente: «Spesso in autostrada – spiega Brunola causa di molti incidenti è la bassa velocità. Chi marcia più lentamente, infatti, può impedire il sorpasso ai mezzi più veloci che devono obbligatoriamente frenare rischiando di causare un tamponamento a catena».

​Sono circa settemila i chilometri della rete autostradale italiana, delle principali strade extraurbane e di grande comunicazione che ogni giorno sono sottoposte a monitoraggio attraverso l’utilizzo di sistemi di videosorveglianza, di tutor per il controllo della velocità e tecnologie d’avanguardia per rendere strade e autostrade sicure, ma qual è il limite di tolleranza di tali sistemi? «Il limite di tolleranza è di 5 km/h, quindi, se il limite di velocità previsto è 70 km/h, per evitare di prendere una multa, non si potranno superare i 75 km/h. Se la velocità sarà superiore, di non più di 10Km orari, si verrà multati, ma non verranno tolti punti dalla patente».

La sicurezza stradale, però, non riguarda solo la regolamentazione legislativa e il rispetto delle norme del codice della strada, ma anche altri fattori: gli incidenti stradali, infatti, sono un problema che interessa anche la sanità pubblica mondiale perché essi sono una delle prime tre cause di morte anche nella fascia di popolazione compresa tra i 5 e i 44 anni di età.

Alcuni fattori di rischio legati alla persona che favoriscono l’evento incidente stradale, possono essere le condizioni di salute, l’età, l’assunzione di farmaci compromettenti l’attenzione, l’equilibrio e i riflessi: «Chi guida mezzi per il trasporto di persone – spiega Brunosegue dei controlli periodici molto rigorosi e accurati, ma molto importante è il lavoro della Polizia Stradale che esegue controlli costanti e senza sosta affinché tali disposizioni vengano rispettate».

Un altro errore che può causare incidenti è, senz’altro, l’uso dei cellulari alla guida: «Questa è una vera e propria piaga – spiega Bruno – ma, nel caso degli autisti che trasportano persone, qualora un autista facesse uso del cellulare, verrebbe subito segnalato dalle guide turistiche o dagli stessi passeggeri alla ditta per cui lavora o all’agenzia di viaggi».

Per avere effetti sulla riduzione del numero e della gravità degli incidenti stradali sono state avviate campagne di sensibilizzazione rivolte alla popolazione per sostenere l’applicazione della legislazione in quanto permettono di far conoscere meglio i rischi e le sanzioni delle infrazioni.

Per avere maggiori dettagli sulle disposizioni e le nuove normative in vigore in materia di sicurezza stradale, si possono consultare i siti del Ministero dell’Interno e dell’ACI – Automobile Club Italia.

Print Friendly, PDF & Email

Testata giornalistica reg. Tribunale Palermo n. 7/2014 - Iscrizione ROC n. 31030