Sicilia e Campania unite per la seconda edizione del Libro Fest

Riparte la manifestazione letteraria dedicata al Sud che lo scorso anno ha fatto tappa ad Ustica

Libro fest locandina

Sicilia e Campania unite grazie al “Libro Fest”, festival letterario giunto alla sua seconda edizione, che dal 1° marzo all’11 maggio vedrà otto appuntamenti nei quali i protagonisti saranno il libro e la lettura. La prima edizione del festival è stata realizzata nel 2018 a Ustica, nell’ambito del Villaggio letterario, mentre quest’anno il “Libro Fest” è in programma a Pozzuoli, in Campania.

Saranno otto appuntamenti d’eccezione, che racconteranno al pubblico la comune storia che lega la Campania e la Sicilia: si parlerà di letteratura e di cinema, ma anche del mistero dei Rosacroce e ancora del mare Mediterraneo raccontato ai bambini, di archeologia, di noir, di vino, di saggistica e di biografie legate al Sud.

La seconda edizione del “Libro Fest” è resa possibile grazie a un protocollo d’intesa tra il Comune di Pozzuoli e “Lunaria Onlus A2-Villaggio Letterario” ed è organizzata in collaborazione con la Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana. Il titolo completo della rassegna è “Pozzuoli Villaggio Letterario – Libro Fest II edizione” e si svolgerà nelle prestigiose sedi di Palazzo Migliaresi al Rione Terra e del Polo Culturale di Palazzo Toledo.

Sarà, dunque, un festival all’insegna del Sud e saranno presenti ospiti d’eccezione, fra scrittori, storici, critici letterari, attori e giornalisti. L’edizione di quest’anno del “Libro Fest” è dedicata al comandante Raimondo Bucher, che nel 1956 scoprì il patrimonio sommerso di Baia.

Dopo l’edizione di Pozzuoli, nel 2020 il “Libro Fest” tornerà nuovamente in Sicilia con la sua terza edizione: sarà, in pratica, un viaggio letterario tra Sicilia e Campania, andata e ritorno. Uno scambio, di saperi e riflessioni, che il “Villaggio Letterario” ha fortemente voluto, proprio per sottolineare i forti legami storici e culturali tra queste due grandi Terre del Sud.

Il “Libro Fest” è stato presentato a Pozzuoli durante un incontro al quale hanno preso parte l’assessore dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana Sebastiano Tusa, il Sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia, l’Assessore alla Cultura Maria Teresa Moccia Di Fraia, l’Assessore della Pubblica Istruzione Anna Maria Attore, il giornalista scientifico Francesco Foresta Martin, il direttore editoriale di Canale 21 Gianni Ambrosino e l’event manager Anna Russolillo, fondatrice del VillaggioLetterario.

La Sicilia e la Campania sottolinea l’assessore regionale ai Beni culturali, Sebastiano Tusa – sono legate da un percorso storico comune. Questa rassegna sarà l’occasione di incontrare persone per evidenziare ciò che di meglio è stato studiato nel Sud e realizzato con il rigore scientifico che queste occasioni richiedono. Eventi come questo – aggiunge Tusa – possono realizzarsi grazie alle sinergie tra le istituzioni e le associazioni che hanno a cura il territorio siciliano e campano”.

Questa collaborazione dichiara il Sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figlioliaapre nuovi percorsi letterari e culturali verso una proiezione di lungo termine. Una sinergia interessante che rappresenta un passo importante nella programmazione di eventi culturali di più ampio respiro e che ben si inserisce nell’azione di valorizzazione messa in campo dall’amministrazione per Pozzuoli”.



Gli ospiti agli incontri saranno Franco Andaloro, Sara Bilotti, Massimiliano Buzzanca, Giuseppe Giacino, El Grinta, Massimo Onofri, Carlo Ruta, Sebastiano Tusa, Lucia Vincenti, Angelo Petrella. Interverranno il Sindaco di Pozzuoli e gli Assessorati della Cultura e dell’Istruzione.

Si comincia venerdì 1° marzo alle 18 con la presentazione del saggio storico “Teoderico” di Carlo Ruta; il 22 marzo, per la letteratura noir sarà la volta di Sara Bilotti con il suo “I giorni dell’ombra” e di Angelo Petrella con “Frugale è la notte”; si prosegue venerdì 29 marzo con “Giuseppe, per non morire di diversità” di El Grinta; il 7 aprile sarà protagonista Franco Andaloro con il suo “Vi piace il mare? Il Mediterraneo (e non solo) spiegato ai bambini”; l’8 aprile sarà all’insegna di storia e archeologia con la presentazione di “Euploia” di Sebastiano Tusa; il 26 aprile sarà protagonista il grande schermo ma anche la realtà di ogni giorno, con il libro “Che cinema è la vita” di Massimiliano Buzzanca; il 3 maggio sarà dedicato alla critica letteraria con “Fughe e rincorse” di Massimo Onofri. La rassegna si concluderà l’11 maggio con Lucia Vincenti e Giuseppe Giacino che presenteranno “L’isola e i rosacroce”.

I relatori che interverranno agli eventi in programma sono Rossella Diaco giornalista RAI, Rosa Venuti presidente IRASE Nazionale, Pippo Cappellano giornalista, Peppe Iodice attore, Marina Cappabianca documentarista, Alessandra De Caro dirigente della Soprintendenza del Mare, Maria Teresa Moccia di Fraia assessore alla cultura, Anna Paparone della assoc. PeP Academy, Davide D’Urso scrittore, Anna Maria Attore assessore alla istruzione, Raffaella De Rosa giornalista, Michele Stefanile archeologo Uni Orientale di Napoli, Cristina Canoro guida parco sommerso di Baia, Anna Russolillo, architetto fondatrice del Villaggio Letterario.

Le presentazioni saranno accompagnate da degustazioni tematiche di vini dei Campi Flegrei e visite guidate alla città archeologica posta nell’ipogeo dell’area seicentesca del Rione Terra di Pozzuoli, denominata la seconda Pompei. Un percorso nella città romana, che farà vivere ai visitatori un’esperienza di grande emozione.

Oltre ad Anna Russolillo, event manager dell’evento, “Libro fest” è organizzato in collaborazione con Agenzia We Go Travel, il ristorante il Capitano 1890 di Pozzuoli, PeP Accademy, Canale 21, Turismo e servizi, Centro sub Campi Flegrei, Villa Elvira Tenuta San Vito Pozzuoli, Il Castello di Arco Felice Eventi, l’Hotel La Tripergola.

Print Friendly, PDF & Email