Una serata solidale a Palermo per sostenere il recupero dell’imbarcazione “Bamboo”

L’evento musicale, che vedrà la partecipazione di numerosi artisti, si svolgerà sabato 17 febbraio, alle ore 21, all’Auditorium San Mattia ai Crociferi

palermo
Progetto Bamboo

Sarà una serata speciale, oltre che all’insegna della solidarietà, quella di sabato 17 febbraio, alle ore 21:00, che si svolgerà a Palermo all’Auditorium San Mattia ai Crociferi di via Torremuzza. L’evento, promosso dalla Fondazione Exodus, con la partecipazione del Club Palermo Rosa dei Venti international Inner Wheel, sarà volto al sostegno della ristrutturazione del “Bamboo”, un’imbarcazione a vela donata al Centro ExodusLa Mammoletta” di Don Antonio Mazzi dell’isola d’Elba. Il progetto comprende, tra gli altri, l’iniziativa “Tremenda voglia di mare” che organizza settimanalmente delle navigazioni educative rivolte ai giovani ospiti della comunità, e volta a combattere la marginalità sociale, psicofisica e sensoriale.

Al concerto, in programma a Palermo il prossimo 17 febbraio, si esibiranno il coro polifonico “Pietro Vinci”, diretto da Deli Scimone, con la partecipazione di Gaspare Perricone alla chitarra, Sebastiano Zizzo al violino, e Romana Musso (sax e flauto); ed inoltre, il coro “Pop” diretto da Francesca Martino, con Gaspare Perricone (chitarra) e Romana Musso al flauto. Interverranno inoltre l’Orchestra della Bottega delle percussioni, e l’artista e attore Salvo Piparo con un contributo video.

La comunità, fondata da Don Antonio Mazzi, nasce all’interno del Parco Lambro di Milano negli anni ‘80 e conta, ad oggi, trentacinque sedi in tutta Italia e nel mondo, e tanti sono stati i risultati raggiunti sinora. Don Mazzi, la cui filosofia si rifà anche a Don Bosco, ha operato creando delle realtà comunitarie sul territorio e portando avanti dei progetti individuali, dove gli ospiti vivono percorsi rieducativi attraverso strumenti finalizzati alla loro reintegrazione sociale. Nelle realtà curate da Don Mazzi non mancano infatti attività quali il teatro, la musica, il gioco, lo sport, il lavoro, e la ripresa degli studi ove interrotta.

L’imbarcazione a vela “Bamboo” è giunta nel 1995 ed è alta sedici metri, all’interno vi sono dodici posti letto, e consente così di portare in mare gli ospiti della comunità, affrontando anche navigazioni più impegnative. La vela può quindi considerarsi, in tal contesto, un mezzo per riconoscere un lavoro di gruppo, di ascolto al comando ed, inoltre, carica positivamente chi vi partecipa avendo come scopo il raggiungimento di una meta, con alla base una buona preparazione per il viaggio.

Il Bamboo ha percorso circa 70.000 miglia facendo anche il giro del mondo. La barca è stata inoltre, nel 2003, ambasciatrice di pace in Israele e in Palestina ed ha ospitato sia ragazzi con problemi di adattamento sociale sia disabili. I giovani dell’isola d’Elba hanno fatto il possibile per mantenerla in buone condizioni, e molti di essi, finito il percorso di recupero, hanno scelto di proseguire studi o lavori in campo navale. Oggi, dopo trentacinque anni, l’imbarcazione necessita però di importanti interventi straordinari e che quindi hanno notevoli costi. Intanto i lavori di restauro stanno iniziando proprio a Palermo dove è ospitato attualmente il Bamboo.

 

Info contributo e ritiro inviti: 333.2440911 (Giovanna Schimmenti)

Per chi volesse invece effettuare una donazione, ecco i riferimenti:

Fondazione Exodus onlus

Banca dell’Elba Credito Cooperativo

IBAN: IT 72K0704870740000000001210

Causale: “Progetto Bamboo” Palermo

 

Print Friendly, PDF & Email

Testata giornalistica reg. Tribunale Palermo n. 7/2014 - Iscrizione ROC n. 31030