Il presepe dell’incanto di Pippo Madè: a Palazzo Steri si inaugura “Nativity” | VIDEO

La mostra è visitabile gratuitanente fino al 3 febbraio 2018. Gli orari sono consultabili sul sito web di Unipa

Presepe vetro Murano - Pippo Madè
Presepe vetro Murano - Pippo Madè
Maestro Pippo Madè
Maestro Pippo Madè

E’ stata inaugurata ieri, a Palermo alla Sala delle Verifiche di Palazzo Chiaramonte – Steri, “Nativity” la mostra del Maestro Pippo Madè. Il taglio del nastro è stato anticipato da un breve incontro a cui ha dato il benvenuto il padrone di casa, Fabrizio Micari, Rettore dell’ateneo palermitano. Il maestro Madè, ottantaduenne, continua a stupire con le sue creazioni che, in questa esposizione, si legano tra loro attraverso due grandi tematiche religiose: la natività e il Cantico delle creature. Disegni e dipinti percorrono la strada di una grande fede, ed al centro della prima sala converge il presepe dell’incanto realizzato con statue in vetro di Murano.

Fabrizio Micari
Fabrizio Micari

Ad alcune opere storiche, Madè ne ha aggiunto altre nuove, ed altre ancora le ha create ad hoc, terminandole proprio qualche giorno fa. Una mostra unica nel suo genere che per la prima volta mette insieme, oltre ai presepi, gli antichi mestieri, i colori e i prodotti della nostra terra, fino a raggiungere il Cantico delle creature.

Ogni opera rispecchia l’anima del Maestro, e le sculture prendono vita attraverso disegni e dipinti che richiamano uno dei momenti storici più belli: la natività, coi suoi personaggi principali e il richiamo alle tradizioni e ai colori della nostra Sicilia, inserendo via via diversi omaggi a San Francesco e alle icone che lo caratterizzano.

Agli angeli, alle madonne, al bambinello, ai re magi si aggiungono l’addormentato e l’addormentata, figure immancabili nei nostri presepi di casa. E tra gli antichi mestieri non dovremmo stupirci di incontrare anche il calderaio.

Assessore regionale Totò Cordaro

Al vernissage ha anche partecipato il neo assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, Totò Cordaro, e le opere sono state fatte visionare, prima del taglio del nastro, ai 200 alunni provenienti dal liceo “Savarino” di Partinico, insieme alla dirigente scolastica e al gruppo docenti.
Anche il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha inviato una lettera al Maestro congratulandosi per l’evento.

La mostra nasce in collaborazione con l’Università degli studi di Palermo e l’associazione Festina Lente, che cura l’immagine di Madè, è visitabile gratuitanente fino al 3 febbraio 2018. Gli orari sono consultabili sul sito web di Unipa. Inoltre si potrà anche acquistare la monografia il cui ricavato andrà agli studenti della facoltà di lettere.