Presentato il progetto “100 Passi Media Network” nel giorno del compleanno di Peppino Impastato

Radio 100 passi ragazzi

Il Circolo Musica e Cultura – Radio 100 Passi in via Carducci a Palermo, nel giorno in cui Peppino Impastato avrebbe compiuto 70 anni, ha ospitato la presentazione del Progetto “100 Passi Media Network”. All’incontro, introdotto da Danilo Sulis, Presidente e Direttore editoriale di Rete 100 Passi, hanno partecipato gli alunni del liceo palermitano “Galileo Galilei” che, guidati dalla docente Elisa La Scala, in Alternanza scuola-lavoro studiano le tecniche di giornalismo e di comunicazione.

Il Progetto, che probabilmente prenderà vita il prossimo 9 maggio con il lancio del portale, nasce da un’idea di Rete 100 Passi e dall’esigenza di creare una rete informativa che inglobi i vari media in tutta Italia, compresi anche i mezzi più innovativi, con la mission di parlare dei fenomeni mafiosi e diffondere una cultura della legalità. L’invito ad aderire è quindi rivolto a tutte le radio, tv, giornali, blog, giornalisti, e già in tanti hanno confermato la propria partecipazione. Una volta pronto, il portale, sarà gestito dai ragazzi che, al momento, si stanno formando in tal senso, e conterrà: articoli, video, racconti dai territori, contributi multimediali, comprese le trasmissioni radiofoniche.

Ad introdurre l’intervento del Presidente Danilo Sulis, la lettura da parte di uno studente del liceo Galilei di un famoso pensiero di Giuseppe Fava sul potere degli organi di informazione. Non a caso è stato scelto il 5 gennaio per parlare di questa piccola-grande innovazione, data in cui, oltre a ricorrere il compleanno di Peppino Impastato, si ricorda anche l’uccisione di Giuseppe Fava avvenuta, sempre per mano mafiosa, a Catania nel 1984.

«Il progetto era già in aria sin dalla nostra nascita – ha spiegato al GCPress Danilo Sulis – con l’idea di attualizzare quanto iniziato da Peppino Impastato negli anni ’70, creando oggi qualcosa più in grande, utilizzando quindi tutti i mezzi d’informazione. Per questo parliamo di un Media Network che partendo da Radio 100 passi, 100 Passi tv, e il nostro giornale, amplia la rete con le altre forme di comunicazione a tutti coloro che da ogni parte d’Italia vorranno aderire. Il sogno è quello di creare un polo informativo alternativo».

Sin da subito coinvolte nel progetto sono state le già esistenti “Radio 100 passi community“, nate in questi ultimi anni in tutto il territorio nazionale; mentre tra i nomi del giornalismo italiano spiccano: Federica Angeli, Lirio Abate, Fabrizio Feo, Paolo Borrometi, Giuseppe Lo Bianco, Petra Reski, Salvo Palazzolo, Giuseppe Pipitone, Enrico Bellavia, Riccardo Orioles, ed ancora, Ennio Remondino, Fulvio Abate e Vauro.

Tra le radio, invece, parteciperanno: Radio Siani che si occupa di contrasto alla camorra, Radio nessun dorma che opera in Calabria contro la ‘ndrangheta, Radio Kreattiva che in Puglia lotta contro la sacra corona unita e Radio impegno, romana, che trasmette la notte, poiché nelle ore notturne ha subito atti vandalici.

«Tra le radio abbiamo anche una novità – ha aggiunto Sulis – l’adesione di RadUni, che conta 28 radio universitarie della nostra nazione, quindi con tanti altri giovani che collaboreranno con noi. Invece qui, al Circolo Musica e Cultura, con il liceo Galilei, siamo già partiti col Progetto di Alternanza scuola-lavoro. La sede infatti ci è stata affidata dal “Galileo Galilei” ed è un bene confiscato, abbiamo qui creato Radio 100 passi ragazzi, attuando un progetto già esistente nato col Garante nazionale dei minori».

“100 Passi Media Network” non si limiterà solo alla diffusione di notizie, ma opererà anche nel sociale coinvolgendo associazioni e circoli per promuovere idee ed iniziative a tema, abbracciando così il mondo del volontariato in una “community multimediale” unica nel suo genere.

Per ascoltare le trasmissioni di Radio 100 Passi: www.radio100passi.net.

Per adesioni e info:
medianetwork@100passi.net