Pallanuoto, Il TeLiMar fa bottino pieno a Messina

Il Club dell’Addaura vince contro il neopromosso CUS per 12-9

La squadra del Telimar in azione

Missione compiuta per il TeLiMar che, nella settima giornata del Campionato Nazionale di Pallanuoto Maschile di Serie A2 Sud, torna alla vittoria e lo fa in casa del CUS UniMe. Alla cittadella universitaria finisce 12-9 per gli uomini di Mustur che rimontano lo svantaggio iniziale e riescono a controllare l’intero match, dimostrandosi sempre più un gruppo che sta proseguendo il suo lavoro per arrivare ai play-off.

Sbloccano il risultato i padroni di casa con un tiro di Steardo che, rimbalzato sull’acqua, beffa Lamoglia per l’1-0 a 6’04. Il primo parziale riserva poche emozioni, con le due squadre a studiarsi e a provare ad infilare la rete avversaria con non troppa convinzione.

Tutto un altro TeLiMar in avvio del secondo parziale, con Fabiano che da posizione defilata riporta il punteggio in parità a 6’53. Il Club dell’Addaura passa in vantaggio con Giliberti su uomo in più a 6’03 e prova l’allungo con un forte tiro di Fabiano a 5’26. Il CUS è in partita e riduce il gap con Sacco che segna in diagonale la rete del 2-3. Risponde il Circolo del Presidente Marcello Giliberti con Tabbiani a 1’39 a cui ribattono subito i messinesi con il capitano, Raffaele Cusmano, per il 3-4 a 47”. Il secondo tempo si chiude sul 3-5 grazie al goal di Migliaccio arrivato a 6” dalla sirena.

Zoran Mustur

La seconda metà di gioco vede i ragazzi allenati da Zoran Mustur allungare ancora con un forte tiro centrale di Giliberti a 5’57 e con la rete di Migliaccio su assist di Saric a 5’17 per il 3-7. I padroni di casa reagiscono e tentano la rimonta con Klikovac, che a 4’49 riesce a liberarsi dei marcatori, con una palomba imprendibile di Parisi a 4’05 e con lo stesso Klikovac che beffa la difesa palermitana, convinta di aver recuperato la palla, a 2’33 per il 6-7. Il TeLiMar non ha mai perso il controllo del match e lo dimostra la rete di Fabiano arrivata in superiorità a 1’52 per il 6-8. Gli uomini di Naccari provano a rifarsi sotto con Steardoin controfuga a 1’01, ma il parziale si chiude con il TeLiMar in vantaggio di 2 reti, 9-7, per la rete di Giliberti su uomo in più a 4” dalla fine.

Nell’ultimo parziale partono bene gli ospiti con Galioto per il 7-10 a 5’53, ma rispondono i padroni di casa con Klikovac in superiorità per l’8-10. La classe di Saric di vede a 3’10 dal termine, con il TeLiMar che in superiorità si porta sull’8-11. Le speranze dei messinesi sono ancora vive, seppur flebili, a 1’37, quando Cusmano trasforma un rigore assegnato per fallo di Migliaccio. È Saric a fissare il risultato sul 9-12 con un tiro morbido dalla distanza sullo scadere del match.

Zoran Mustur, l’allenatore TeLiMar, ha così commentato: «Anche stavolta abbiamo sprecato qualche occasione, permettendo agli avversari di ripartire. Però, alla fine, ciò che conta sono i 3 punti e il buon gioco prodotto. Abbiamo sempre avuto il match in mano nostra. Tutti hanno giocato bene, anche chi fino ad ora ha avuto meno spazio. Questo è segno del lavoro che stiamo facendo da settembre. Pian piano è sempre più delineata la squadra che saremo tra un paio di mesi. Il campionato è ancora lungo e difficile; l’importante è non perdere di vista l’obiettivo play-off».

Parziali:1-0; 2-5; 4-4; 2-3.

Superiorità:CUSUniMe 1/6 + 1 rigore; TeLiMar 4/7.

Il Tabellino

CUS UniMe: 1. Spizzica, 2. Russo, 3. Maiolino, 4. Steardo (2), 5. Provenzale, 6. Condemi, 7. Cusmano (2, di ci 1 rig.), 8. Giacoppo, 9. Ambrosini, 10. Sacco (1), 11. Klikovac (3), 12. Parisi (1), 13. Bivona – Allenatore: Sergio Naccari

TeLiMar: 1. Lamoglia, 2. Messana, 3. Galioto (1), 4. Di Patti, 5. Raineri, 6. Lo Dico, 7. Giliberti (3), 8. Saric (2), 9. Lo Cascio, 10. Tabbiani (1), 11. A. Fabiano (3), 12. Migliaccio (2), 13. Sansone – Allenatore: Zoran Mustur

Arbitri: Luca Bianco di Gavardo (BS) e Massimiliano Sponza di Nervi (GE).

Print Friendly, PDF & Email

Testata giornalistica reg. Tribunale Palermo n. 7/2014 - Iscrizione ROC n. 31030