Palermo. Zacco “scavi per la posa della fibra non chiusi, pericolo per i motociclisti”

In seguito a varie segnalazioni da parte di cittadini motociclisti coinvolti in incidenti, per fortuna non gravi, in alcune strade cittadine in cui sono stati eseguiti i lavori di scavo per la posa della fibra ottica, è intervenuto oggi Ottavio Zacco, neo consigliere comunale di Palermo, inviando una nota agli uffici competenti, al fine di controllare i numerosi cantieri aperti in città, e cercare di effettuare i ripristini, in tempi immediati:

“Una città massacrata da scavi, senza il rispetto di nessuna norma di sicurezza.
La città è violentata da numerose squadre che sparpagliate in molti quartiere, tagliano la pavimentazione stradale per la posa dell fibra ottica, Open Fiber, senza rispettare nessuna norma di sicurezza, e soprattutto mettendo a rischio la vita dei motococlisti, perchè la minitrincea, che è un piccolo scavo largo 10 cm e profondo 30, dovrebbe essere ricoperto immediatamente, per mettere in sicurezza il cantiere, ed invece in molte strade ha una profondità di 10 cm, diventando una trappola per i motociclisti stessi, oltre al problema di decoro urbano, visto che sempre le stesse strade sono diventate con una pavimentazione di colore rosso, anche a bordo marciapiede”.

Zacco, anche nel suo passato di consigliere di circoscrizione era stato particolarmente attento alle segnalazioni dei cittadini e si era impegnato in prima persona alla soluzione dei problemi.

“Il controllo da parte dell’amministrazione – conclude il consigliere – di chi esegue lavori stradali è fondamentale, per evitare che dopo mesi, la manutenzione diventi a carico del comune”.

Print Friendly, PDF & Email

Giornale Cittadino Press
Testata giornalistica registrata Tribunale di Palermo n. 7/2014
Direttore Responsabile: Ninni Ricotta