Palermo Classica. Olga Stezhko ed Hélène Jeandel l’11 agosto allo Steri

Ancora un appuntamento per il cartellone di concerti da camera nel cortile dello Steri, parte del programma del festival internazionale di Palermo Classica: domani (venerdì 11 agosto) alle 21,30 un recital “rosa” piano e violoncello: la pianista Olga Stezhko, vecchia conoscenza di Palermo Classica – che ricorda sia il suo impegno virtuosistico che la grande passione per l’astrofisica e la cosmologia – , si unirà alla violoncellista francese Hélène Jeandel e al suo meraviglioso violoncello realizzato da Michel Pacherel, liutaio di Mirecourt, alla fine del XVIII secolo. Insieme, le due musiciste passeranno dal cameristico “Concerto in Lab Maggiore Op. 70” di Schumann, alle “12 Variazioni in Fa Maggiore” di Beethoven tratte dall’aria di Papageno del Flauto Magico di Mozart, dove il chiaro impianto virtuosistico affidato al violoncello contribuisce a rendere omogeneo il tessuto sonoro accompagnato dal pianoforte. Infine, la “Sonata Op. 65” di Chopin, un omaggio alla musica settecentesca, nel quale il compositore polacco mantiene la propria personalità pensosa, malinconica ed enigmatica.
Biglietti: 12,50 euro.

Per il cartellone principale di Palermo Classica nel chiostro della Galleria d’Arte Moderna, il prossimo appuntamento in calendario sarà domenica prossima (13 agosto), con un concerto molto atteso: il pluripremiato pianista bulgaro Evgeni Bozhanov si unirà dalla Palermo Classica Symphony Orchestra diretta da Joachim Jousse per un programma affascinante: dal Prelude, Act 1 di Traviata a La Moldava di Smetana per chiudere con il “Concerto per pianoforte e Orchestra in FA minore, Op. 21” di Chopin. Biglietti: 24/19/15 euro. Lunedì 14 agosto si ritornerà invece nel cortile dello Steri per ascoltare la pianista cinese Reza Han, ex enfant prodige, molto nota tra le star televisive del suo Paese; proporrà brani di Bach, Chopin, Bela Bartok, Ravel, Kempff-Bach, Wild-Gershwin. Biglietti: 12,50 euro