“Nei meandri del museo”: un viaggio nei depositi della Gam di Palermo

L'iniziativa si ripete ogni seconda domenica del mese ed è volta alla scoperta di questo inedito patrimonio. L'appuntamento domenica 11 febbraio alle ore 11:00

Ogni seconda domenica del mese, alla Galleria d’Arte Moderna di Palermo si ripete l’iniziativa “Nei meandri del Museo” per andare alla scoperta di questo inedito patrimonio. Il prossimo appuntamento è quindi per l’11 febbraio alle ore 11:00.

I depositi costituiscono infatti il volto in ombra, ma certo non meno interessante, del museo: un indispensabile serbatoio che custodisce le opere escluse, spesso per motivi di spazio. Tali opere, in questi ultimi anni, sono state studiate e rese fruibili prima con la pubblicazione di un regesto esaustivo, e adesso finalmente vengono svelate al pubblico grazie a un riallestimento che ha reso i depositi completamente visitabili.

La visita si svolge lungo i due piani che accolgono dipinti e sculture assolutamente in continuità per epoca, pregio e per contenuti con la collezione esposta nelle sale del museo.  La riorganizzazione, realizzata in senso diacronico, prevede al primo piano la presenza di opere XIX secolo, mentre il secondo piano è dedicato al XX secolo. In questi ambienti si fondono generi e tecniche molto eterogenee, ripercorribili all’interno dei numerosi nuclei monografici di celebri artisti, come gli scultori Antonio Ugo, Domenico Trentacoste e Benedetto Civiletti, o pittori come Antonino Leto.

Tra gli artisti presenti nei depositi vi sono anche importanti autori sia nel panorama italiano che in quello internazionale, come il torinese Giacinto Grosso o il veneto Giacomo Favretto.

La visita guidata ai depositi è condotta dagli operatori e storici dell’arte di Civita Sicilia, ed è prenotabile dai singoli visitatori ogni seconda domenica del mese al costo di 8 euro (incluso biglietto di ingresso alla Galleria), e per motivi di sicurezza, è destinata a piccoli gruppi e dura circa 30 minuti.

Info e prenotazioni 091-8431605, didattica@gampalermo.it

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Testata giornalistica reg. Tribunale Palermo n. 7/2014 - Iscrizione ROC n. 31030