La Sicilia piange l’Assessore Tusa: era nel volo Ethiopyan Airlines precipitato stamani

La notizia che Sebastiano Tusa, archeologo di fama internazionale, fosse in quel volo è stata confermata ufficialmente dall'Unità di crisi del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

L'Assessore Sebastiano Tusa

Abbiamo atteso fino all’ultimo, ma purtroppo non è giunta nessuna smentita alla notizia che, a bordo del Boeing 737 della Ethiopian Airlines, precipitato questa mattina mentre era appena decollato da Addis Abeba per Nairobi, ci fosse anche il nostro Assessore Regionale ai Beni Culturali e all’Identità Siciliana, Sebastiano Tusa, 66 anni.

Una grande perdita per l’intera Regione siciliana, non solo in riferimento ad una figura dall’alta professionalità, ma anche dalla grande umanità.

Tusa era tra gli 8 passeggeri italiani a bordo del velivolo che ne ospitava ben 149 di 33 nazionalità diverse. In tutto hanno perso la vita 157 persone, compresi anche gli 8 del personale di bordo.

L’aeromobile della Ethiopian Airlines si è schiantato solo dopo 6 minuti dal decollo, la causa dell’incidente sembrerebbe sia dovuta ad un’anomalia del mezzo che era stato consegnato proprio lo scorso novembre. Il pilota, pochi minuti dopo le 8:38, orario di partenza da Addis Abeba, avrebbe comunicato alla torre di controllo un problema che gli impediva di prendere quota, aveva così chiesto di rientrare. Da quel momento in poi, il silenzio.

L’Assessore Tusa si trovava in quel volo, diretto a Nairobi, per fini istituzionali, ma anche umanitari. Proprio domani avrebbe dovuto partecipare ad un incontro internazionale a Nairobi in merito a un progetto con l’Unesco sull’archeologia marina.

Tanti i messaggi di sgomento e cordoglio per ricordare il nostro Assessore Regionale ai Beni Culturali, che era anche un rinomato archeologo ed amava molto anche il mare, tanto da dare vita nel 2004 alla Sovrintendenza del Mare della Regione Siciliana. Passione e competenza per le sue materie lo hanno sempre contraddistinto come un autorevole professionista, un uomo di grande cultura e gentilezza.

Anche il mondo dei social network si stringe a questo grande dolore e alla sua famiglia. A bordo con l’Assessore sarebbe dovuto salire anche un suo collaboratore, Salvo Emma, che è scampato così alla tragedia.

“Ho appena ricevuto la conferma ufficiale dell’Unità di crisi del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale – scrive sul suo profilo social il Presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci – l’assessore Sebastiano Tusa era sull’aereo precipitato in Etiopia. Sono distrutto. È una tragedia terribile, alla quale non riesco ancora a credere: rimango ammutolito. Perdo un amico, un lavoratore instancabile, un assessore di grande capacità ed equilibrio, che stava andando in Kenya per lavoro. Un uomo onesto e perbene, che amava la Sicilia come pochi. Un indimenticabile protagonista delle migliori politiche culturali dell’Isola”.

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, annuncia il lutto cittadino nel giorno dei suoi funerali. “Una notizia sconvolgente che mi ha rattristato profondamente – ha detto il Primo cittadino -. Avevo incontrato Sebastiano Tusa solo due giorni fa con dei giornalisti tedeschi interessati a conoscere il suo lavoro per la cultura a Palermo e come sempre lo avevo trovato appassionato, sorridente e disponibile. La nostra Regione perde un professionista di grandissimo spessore, un vero luminare nel suo campo che ha dedicato la sua vita alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio archeologico, profondo conoscitore e promotore del valore dell’arte come motore di sviluppo sociale”.

“Una notizia drammatica. In pochi mesi abbiamo imparato ad apprezzare la capacità dell’Assessore Tusa di imprimere un taglio di
straordinaria professionalità alla gestione dei beni culturali della
Sicilia. Un’opera in continuità con il suo infaticabile lavoro di
studio e di ricerca. Per tutti noi una perdita grave”. Lo ha dichiarato il Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia Regionale, Claudio Fava.

“A nome mio personale e della Lega per Salvini Premier esprimo alla
famiglia il più profondo cordoglio per la scomparsa di Sebastiano
Tusa. Un professionista ed uomo di cultura di spessore internazionale
che aveva scelto di dedicare alla Sicilia la propria passione e le
proprie competenze”. Queste le parole di Tony Rizzotto, deputato della Lega all’Assemblea Regionale Siciliana.

“Ho appreso con grande dispiacere della tragica morte di Sebastiano
Tusa, un uomo straordinario capace di condividere la propria passione
per la storia e l’arte; un grande archeologo ed un grande conoscitore
della storia, che aveva compreso l’importanza della tutela del
patrimonio artistico come volano dello sviluppo, non solo materiale ma
soprattutto umano e sociale della nostra comunità. Chi come lui ha
saputo trasmettere passione ed entusiasmo lascia un segno indelebile
nella vita di chi lo ha conosciuto e di chi ne ha condiviso impegno e
ideali”. A dichiararlo Marianna Caronia, Gruppo Misto all’Ars.

“Sono veramente addolorato per la morte dell’assessore regionale ai Beni Culturali Sebastiano Tusa. Una tragedia immane, stento ancora a crederci. Persona perbene e dignitosa, che ha sempre mantenuto un profilo basso nel suo lavoro ma di grande sostanza e concretezza. Essere stati a contatto con lui è stata una crescita umana sotto tutti i punti di vista. La Sicilia, la nostra terra, perde una grande risorsa. Esprimo, insieme a tutti i componenti del gruppo parlamentare, le più sincere e sentite condoglianze alla famiglia”. Il messaggio di Carmelo Pullara, presidente del gruppo parlamentare Popolari e Autonomisti Idea Sicilia all’Assemblea Regionale Siciliana.

“Una notizia tragica che lascia senza parole – dichiara in una nota il Presidente del Gruppo Misto all’Ars Danilo Lo Giudice -. La Sicilia e l’Italia intera perdono un uomo di grandissimo spessore culturale che aveva messo a servizio della collettività la sua competenza e
professionalità. Un professionista ed accademico che nonostante la fama mondiale nel suo settore, mantenuto forti le radici e il legame con la Sicilia, al cui patrimonio ha dedicato la propria vita”.

“Un gravissimo lutto che colpisce certamente la nostra città ma anche il mondo della cultura internazionale. Sebastiano Tusa è stato un appassionato studioso della storia che seppe unire con la passione per il mare, dando vita alla Soprintendenza del mare e dando un enorme contributo all’archeologia. Alla sua famiglia e ai suoi appassionati collaboratori va tutta la vicinanza e la solidarietà non solo dell’Amministrazione comunale, ma di tutta la città di Palermo”. Il commento dell’Assessore alle Culture del Comune di Palermo, Adham Darawsha.

“Italia dei Valori Sicilia esprime sentite condoglianze alla famiglia dell’assessore regionale Sebastiano Tusa, che ha perso la vita nel tragico incidente aereo in Etiopia. La Sicilia viene privata di un ottimo assessore che si è dedicato alla sua attività con amore, dedizione e professionalità”. Lo dichiara Paolo Caracausi, vicesegretario regionale Idv Sicilia.

Anche il WWF Sicilia Area Mediterranea, con il suo presidente Giuseppe Mazzotta, dice addio a Sebastiano Tusa: “Nessuno lo avrebbe mai detto che mentre si disvelava la tragica notizia dell’assessore Sebastiano Tusa, vittima di un incidente aereo in Etiopia, i volontari del WWF stavano ripulendo le rive dello Stagnone di Marsala, che abbraccia l’isola di Mozia, luogo amato da Sebastiano Tusa, che in quell’isolotto e nei suoi tesori nascosti aveva creduto. Piangiamo la tragica scomparsa di un amico, ambientalista vero, amante della bellezza, della sua terra, della vita. Un abbraccio alla sua famiglia”.

Oggi, domenica 10 marzo, sarà osservato un minuto di silenzio al Teatro Massimo di Palermo all’inizio del concerto della Massimo Kids Orchestra, in segno di lutto per la scomparsa di Sebastiano Tusa.
Il sovrintendente Francesco Giambrone, profondamente addolorato, ricorda «l’amico affettuoso, l’uomo attento, sensibile e gentile, lo studioso appassionato e rigoroso che aveva dedicato tutta la vita all’archeologia, l’amministratore che anche nella veste di assessore regionale ai beni culturali aveva confermato il suo grande impegno e la sua straordinaria sensibilità per il patrimonio comune».

Continuano ancora i messaggi di vicinanza e cordoglio per la scomparsa dell’Assessore Tusa.

“La tragica e prematura scomparsa di Sebastiano Tusa, ci riempie di dolore e di tristezza”. Lo dice il presidente dell’Ordine degli Architetti Francesco Miceli.  “Tusa era un uomo gentile, ci ha lasciati in un momento in cui avevamo bisogno del suo sapere e delle sue qualità  umane e culturali.  La sua presenza e le sue capacità  erano per noi una certezza, la possibilità concreta di un dialogo ed il comune impegno nel campo dei beni culturali. Il tragico evento  ci ha colti di sorpresa, ci lascia attoniti e senza parole. Resta la consapevolezza che l’assenza di Sebastiano Tusa rende tutto più difficile. Il ricordo personale accentua questa consapevolezza. Alla cara moglie Valeria ed ai familiari il nostro commosso cordoglio”.

“I Gruppi di Azione Locale della Sicilia esprimono, riuniti e sgomenti, il loro sincero e profondo cordoglio alla famiglia ed al Governo della Regione, per la tragica ed improvvisa scomparsa di Sebastiano Tusa, Assessore Regionale dei BBCCAA e della Identità Siciliana ed amico dei territori, Vittima, assieme a tantissime altre vittime, dell’incidente aereo in Etiopia. Tusa aveva voluto che il processo di messa in orbita dei BB.CC. della Sicilia passasse attraverso la riunione dei GAL siciliani, intuendone le potenzialità, in quella che si può dire è stata una sua ultima intuizione politica e cioè la nascita della “Rete Cultura Sicilia” che ha fortemente voluto, facendone apprezzare l’istituzione dalla Giunta Regionale alla fine di gennaio scorso. Gli siamo grati per questa sua grande fiducia che sarà da sprone per tutti noi che abbiamo avuto l’onore e il piacere di conoscerlo e di collaborare con Lui e che avremmo voluto farlo per tantissimi anni ancora. Per questo abbiamo deciso di intitolare/dedicare a lui la già nata aggregazione per la promozione della cultura della Sicilia che si chiamerà Rete Cultura Sicilia Sebastiano Tusa“.


Print Friendly, PDF & Email

Testata giornalistica reg. Tribunale Palermo n. 7/2014 - Iscrizione ROC n. 31030