La Casa di Paolo: celebrato il terzo compleanno del luogo simbolo della memoria di Paolo Borsellino

I giovani non dimenticano Paolo
I giovani non dimenticano Paolo

Si è svolto ieri pomeriggio, all’Antica Farmacia Borsellino – ora ‘Casa di Paolo’, in via Vetriera a Palermo, la commemorazione del magistrato Paolo Borsellino, brutalmente assassinato il 19 luglio 1992 insieme agli agenti della scorta,  in occasione del terzo anniversario dall’istituzione dell’ex farmacia della famiglia Borsellino a luogo della memoria.

Il sindaco Leoluca Orlando interviene durante la commemorazione.

Presenti all’incontro, Leoluca Orlando, sindaco di Palermo, i familiari del magistrato e i rappresentanti del movimento de “Le agende rosse“. «Questo è un luogo della memoria e non del ricordo – spiega il sindaco -. Ringrazio Salvatore per l’impegno e il dono che ha fatto alla città, trasformando un nome e una data in memoria viva».

Salvatore Borsellino

Il sogno di Salvatore Borsellino, fratello minore del magistrato Paolo, è divenuto realtà il 17 luglio 2015 e oggi, al suo terzo anniversario, quel sogno si rinnova e continua a vivere nelle parole dello stesso Salvatore, ma anche negli occhi lucidi di Roberta, figlia di Adele – sorella maggiore di Paolo -, che si prende cura del luogo commemorativo, e di tutta la famiglia che, unita nel dolore, ricorda Paolo con commozione, ma anche con un sorriso di speranza.

Michelangelo Balistreri

Le note di una chitarra e le parole, ora ironiche ed esilaranti ora tremendamente commoventi, dei versi di Michelangelo Balistreri, l’imprenditore che ha detti di No al pizzo, hanno anticipato quelle più incisive e toccanti di Salvatore Borsellino che, leggendo un suo brano intitolato “Un sogno a San Vito“, ricorda il fratello magistrato e la sorella Adele: «Ho avuto un sogno da quando ho capito l’importanza dell’agenda rossa, da quando ho saputo che Paolo l’aveva messa nella sua borsa prima di tornare, ancora una volta al suo “nido”, prima di andare al suo appuntamento con la morte».

«A lui – continua Salvatore rivolgendosi idealmente a Paolo -, che mi chiedeva sempre “ma quando torni a Palermo?” avrei voluto dire “ecco, sono tornato per portarti la tua agenda rossa”, ma lui non c’era più. Adele, la più grande di noi 4 fratelli, ma anche la più timida e riservata, riposa oggi a San Vito Lo Capo nel cimitero vicino la spiaggia, quella spiaggia dalla quale sono partito in bici per portare a Palermo l’agenda rossa di Paolo e che spero continueranno a fare i giovani quando le mie gambe non avranno più la forza per camminare». Ma il messaggio di Salvatore sicuramente non rimarra inascoltato dai giovani e l’esempio è un ragazzo della Val di Susa, del movimento Delle agende rosse, che ha rinunciato ad un cellulare, come regalo di promozione, per venire a Palermo.

Particolare de "La Casa di Paolo"
Particolare de “La Casa di Paolo”

Obiettivo de “La Casa di Paolo“, così come riportato dal sito ufficiale, è quello di dare un’alternativa a chi, per diversi motivi, rischia di non averne, e dare ai ragazzi, di un quartiere difficile, quegli strumenti validi affinché possano usufruirne e, una volta divenuti uomini e donne adulti, possano entrare nel mondo del lavoro senza finire nelle grinfie dell’illegalità.

Particolare de "La Casa di Paolo"
Particolare de “La Casa di Paolo”

La Casa di Paolo, inoltre, rappresenta un atto concreto di buona volontà che manifesta tangibilmente il desiderio di cambiamento non solo di una visione negativa, ma anche di un intero tessuto sociale, di un quartiere e, in senso più ampio, di una mentalità.

 

Particolare de "La Casa di Paolo"
Particolare de “La Casa di Paolo”

Tuttavia, poiché la struttura non riceve alcun finanziamento pubblico, necessita del supporto da tutti coloro che vogliono abbracciare questa visione con un contributo, anche minimo, ma comunque importante, affinché il sogno di Paolo e della sua famiglia consolidi sempre più una nuova realtà per tutta la città: quella Palermo che Paolo amava tanto.

Per chi volesse fare una donazione:
+ Bonifico per “Associazione Le Agende Rosse”, Codice IBAN IT02Z0335901600100000153735
+ Oppure mediante PayPal/Carta di Credito dalla sezione versamenti/donazioni nel sito www.19luglio1992.com

Print Friendly, PDF & Email