Il magico Natale di sabbia di Stefania Bruno incanta ed emoziona il pubblico del teatro Jolly

E' andato in scena ieri sera questo speciale racconto dedicato al Natale e non solo, a cura della sand artist siciliana, e sul palco, insieme a lei, la voce narrante del fratello Vincenzo Bruno

Stefania Bruno al termine di "Un magico Natale di sabbia"

Fa bene a momenti tornar bambini, e più che mai a Natale, ch’è una festa istituita da Dio fattosi anch’egli bambino“: così scrisse Charles Dickens parlando del Natale, la festa per eccellenza che tutti i bambini, ma anche molti grandi, attendono un anno intero. Il Natale, e non solo, è stato il protagonista della serata del 28 dicembre al teatro Jolly di Palermo con “Un magico Natale di sabbia“, raccontato in maniera diversa dalle abili, nonchè magiche mani, della sand artist siciliana Stefania Bruno. Insieme a lei, sul palco, la voce narrante, quella del fratello Vincenzo Bruno. E, ad accompagnare il tutto, un’accurata scelta di musiche, messe lì al posto giusto, pronte a rendere l’emozione ancora più grande. Tutto si è incastrato alla perfezione per rievocare la Natività, o meglio, per rivivere una Natività speciale.

Il Natale rivissuto dal pubblico del Jolly è stato davvero trasversale, spaziando dalla narrazione religiosa, alla riscoperta dei valori della vita di tutti i giorni. Il racconto ha preso corpo proprio dal mondo, e poi, dall’Annunciazione dell’Arcangelo Gabriele alla Madonna. La gravidanza di Maria e questo bimbo speciale che cresce, e già dal grembo dà i primi segni della sua grandezza. E poi c’è Giuseppe, la cui espressione del volto descriveva già da sè la specialità di questa storia.

Ed ecco che ogni passo, legato alla nascita di Gesù, ha preso forma sulla sabbia tornando a riscaldare i nostri cuori. Il lungo e non facile viaggio di Giuseppe e Maria, alla ricerca di un luogo sicuro, trapela dal volto sofferente della Madonna, prossima al parto. La narrazione si trasferisce poi nella stalla, col bue e l’asinello, e da qui la vita, col bambinello che giunge sulla terra per una missione speciale. Arrivano anche i pastori, le pecorelle, i re Magi coi loro doni, dando vita al nostro tradizionale presepe, ricco di semplicità e di emozioni. E’ proprio in uno di questi momenti, che Stefania Bruno disegna una persona in carrozzina che, piena di speranza, va verso Gesù sulla mangiatoia. Risale infatti a qualche giorno fa, la partecipazione televisiva della sand artist alla maratona Rai di Telethon, attraverso la quale, la Bruno, con i suoi disegni sulla sabbia, ed accompagnata dalla voce di Paolo Belli, è riuscita a parlare di un argomento piuttosto difficile, quanto delicato.

Il Natale fa parte della vita, e quindi porta con sè gioie ed emozioni, è fatto di colori, dei tanto attesi regali per i bambini, e quindi anche dell’arrivo di Babbo Natale, ed anche questi aspetti “più attuali” sono emersi nell’ultima parte del racconto. Ma il Natale è anche fatto di nostalgia e dolore quando ci fa pensare ai nostri cari che non ci sono più. E lo spettacolo di ieri sera, Stefania Bruno, lo ha voluto dedicare ad uno zio, scomparso poco tempo fa, e che portava proprio il nome Natale.

Stefania Bruno, con la sua maestria, è riuscita a portare anche il Natale in teatro e, con esso, anche le mille sfaccettature e le mille emozioni.

Emozioni che partono proprio da lei, dal suo cuore, ed attraverso le sue mani, arrivano al cuore di ogni spettatore che non smette mai di guardare, meravigliato, ed anche con qualche lacrimuccia. Ma queste lacrime, sono di gioia e serenità, perchè è questo il messaggio di Stefania. E’ l’amore per la vita che deve sempre trionfare, ed i ricordi devono sempre far parte di noi.

Un magico Natale di sabbia-locandina Palermo

“Un magico Natale di sabbia” è stato organizzato dalla Georgia Lo Faro Eventi.

A seguire, ecco una fotogallery con alcuni momenti della narrazione:

 

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Testata giornalistica reg. Tribunale Palermo n. 7/2014 - Iscrizione ROC n. 31030