Il fiume Oreto ce l’ha fatta: è sul podio dei Luoghi del cuore FAI 2019

Il fiume Oreto

È Monte Pisano, colpito da un brutto incendio lo scorso settembre, il Luogo del cuore del 2019 promosso dal FAI Fondo Ambiente Italiano. Il sito, che si trova tra Pisa e Lucca, ha conquistato quindi la prima posizione nella classifica, ma, secondo assoluto, e primo per i luoghi d’acqua, e nella classifica web, ha trionfato il nostro Fiume Oreto, che attraversa il cuore della Conca d’Oro palermitana, e sfocia nel Mar Tirreno, e che oggi, purtroppo, si presenta in condizioni non ottimali. Alla conferenza stampa nazionale, che si è tenuta ieri, mercoledì 6 febbraio, durante la quale sono stati annunciati i Luoghi del cuore, ha anche partecipato il Comitato cittadino “Salviamo l’Oreto“.

Sulla pagina Facebook del Comitato si legge: “Con la spinta di 83.138 persone, il primo passo per l’Oreto è stato fatto. Saremo noi a determinare se sarà un lungo viaggio. Il risultato è stato straordinario, e questo è il primo passo per attivare le risorse necessarie alla riqualificazione. Se le istituzioni sapranno, e vorranno, fare la propria parte, la città di Palermo potrà rialzare la testa e riprendere a camminare.  Siamo fermi da troppo tempo. Noi crediamo anche che la nostra città, che si è manifestata in modo cosi chiaro sul desiderio di recuperare la dignità del nostro fiume, debba continuare a rimanere vigile ed attenta.  Noi faremo la parte che da cittadini ci compete, e che ciascuno faccia la sua. Adesso, che il primo passo è fatto, nessun alibi per nessuno, se non sapremo arrivare fino in fondo”.

“Un grazie al FAI, a questa grande organizzazione, e a questa bella iniziativa – ha commentato l’assessore regionale al Territorio e Ambiente, Toto Cordaro –. Circa un anno fa, dopo la diffusione del video del filmaker Igor D’India, l’Oreto, dopo decenni di oblio, è tornato al centro dell’attenzione sia da parte della nuova classe politica sia per la sensibilità dei cittadini che, con associazioni e comitati civici, si sono spesi tanto per fare in modo che il parco del fiume possa diventare un sogno da realizzare da qui a qualche anno. Abbiamo intanto attivato diversi percorsi istituzionali, unendo i comuni interessati al passaggio dell’Oreto, abbiamo stipulato il contratto di fiume, e trovato inoltre grande appoggio da membri dell’università. Credo che la posizione del fiume Oreto, classificato come secondo, sia un ottimo segnale da parte della cittadinanza e di tutti i siciliani, ed è guardando al futuro di tutti loro che vogliamo continuare ad operare”.

Ai vincitori andranno dei contributi in denaro affinchè i beni siano salvati.  L’iniziativa “I Luoghi del cuore” è giunta alla sua nona edizione, e sono oltre 2,2 milioni gli italiani che hanno scelto il loro sito preferito da salvare tra gli oltre 37.200 votati in 6.412 Comuni nazionali.

Coi contributi raccolti per “I Luoghi del cuore”, finora sono stati portati avanti 92 progetti per recuperare siti artistici e naturali in 17 diverse Regioni d’Italia. In questa edizione, le Regioni più votate per i siti bisognosi di interventi immediati, sono state la Puglia, la Toscana, la Sicilia e la Lombardia.

Print Friendly, PDF & Email

Testata giornalistica reg. Tribunale Palermo n. 7/2014 - Iscrizione ROC n. 31030