FAJArt e l’Arte Ricevuta. L’8 marzo al Teatro Santa Cecilia

Una serata speciale per la festa delle Donne con il concerto delle sorelle Flora, Monica, Roberta Faja

Roberta, Flora e Monica Faja
Roberta, Flora e Monica Faja

“FAJArt – l’Arte Ricevuta” è il nuovo progetto artistico delle sorelle Faja, Flora, Monica e Roberta, che hanno voluto fortemente mettere in scena una performance particolare con peculierità artistiche ed innovative. Ed è proprio da un background familiare che nasce l’idea dello spettacolo Fajart che verrà realizzato nella sua interezza venerdì 8 marzo alle ore 21.15 nello storico teatro Real Teatro Santa Cecilia. 

Tutto ciò verrà presentato la stessa sera anche in un cortometraggio scritto e diretto da Roberta Faja con l’intento di  racchiudere i vari momenti artistici del progetto FAJArt, con protagoniste le tre sorelle in un luogo grembo di vita, unico e significativo, una delle undici opere della Fiumara d’Arte, con l’ausilio di Antonio Presti e con la collaborazione artistica di Fiorellea Bonanno, anch’ella figlia d’arte, che ha realizzato degli appositi disegni.

Un intreccio di immagini e sensazioni sonore per carpire l’identità dell’Arte Ricevuta, Ed è la stessa Roberta che spiega il significato del cortometraggio “ Una spinta alla vita e al dono contenuto in essa, le tre figure si muovono , all’interno del labirinto,  ed ancora inconsapevoli, l’una segue l’altra come parte di una stessa cellula. Un passaggio obbligato nei meandri dell’arte, al di fuori del grembo…l’Arte Ricevuta appunto”.

Un dono, quello dell’arte, che per le sorelle diventa una entustiamante esperienza artistica. Un progetto  che unisce caratteristiche musicali differenti per regalare al pubblico uno spettacolo di grande impatto emotivo che unisce la creatività di tre artiste con un’eredità forte nel sound e nella spettacolarità.

La loro storia le identifica, figlie di Angelo Faja, flautista e direttore d’orchestra di fama internazionale, pronipoti di Marcello Buogo, pianista, compositore e didatta famoso in tutto il mondo, nipoti di Norino Buogo, pianista, compositore, didatta, ancora attivo professionalmente in territorio europeo. Le tre artiste si sono unite per realizzare un progetto ambizioso con al suo interno diverse performances ed il cui fil-rouge è essenzialmente la musica pura.

Lo spettacolo prevede un format con racchiuse musiche, arti visive e movimenti scenici. Il tutto realizzato con un carattere diverso per genere e  formazione. Il primo momento è rappresentato dall’ Ensemble Strumentale Barocco “Cordes et Vent” condotto da Roberta Faja, il secondo dal Coro Giovanile Femminile “AEOLIAN Vocal Ensemble diretto da  Monica Faja, ed infine vi è il momento dedicato alla musica jazz con “Free Age”. 

Il palcoscenico sarà costantemente occupato dai gruppi coinvolti con giochi di luce e ombra che segneranno il passaggio tra i vari momenti musicali. Il repertorio che si propone spazierà tra stili e generi diversi, dal Barocco al Jazz, passando attraverso composizioni corali di nuova generazione. Un “Temperamento in Movimento” dunque che avvolgerà l’ascoltatore in una “experience” unica. 

Durante lo spettacolo sarà presente Gary Carperter, compositore inglese con cui è in atto una collaborazione con il Coro AEOLIAN Vocal Ensemble. Altra presenza di fama internazionale è rappresentata dal controtenore Antonio Giovannini che si esibirà nella prima parte dello spettacolo ricreando fedelmente il canto e atmosfere musicali del periodo del barocco, da cui   appunto si ispira l’Ensemble. Il tutto eseguito con strumenti d’epoca a 415 hertz, da ciò la motivazione per cui il Temperamento è in movimento.

Un Temperamento rimarcato anche dalle forti personalità delle tre Artiste. Gli artisti componenti Free Ageche solcheranno il palco dello storico teatro sono  Giuseppe Urso alla batteria, accanto la voce di Flora Faja, si esibirà Roberta Sava , Marco Zammuto al contrabasso e Valerio Rizzo al pianoforte 

E’ possibile acquistare i biblietti online tramite il circuito www.bluetickets.it, o i  due punti di prevendita della Fondazione the Brass Group, uno presso il Real Teatro Santa Cecilia (Piazza Santa Cecilia n. 5 – 90133 Palermo – 091\ 88 75 201, 091 88 75 119, dal lunedì al venerdì a partire dalle 9.30 sino alle 12.30, ed un altro presso Santa Maria dello Spasimo (Via dello Spasimo, n. 15 – 90133 Palermo – 091 77 82 860, 091 77 82 861) dal lunedì al venerdì a partire dalle ore 15.30 alle 19.30.

Infoline Fondazione The Brass Group: 091 778 2860 – 3312212796, info@thebrassgroup.itwww.thebrassgroup.it.

Print Friendly, PDF & Email

Testata giornalistica reg. Tribunale Palermo n. 7/2014 - Iscrizione ROC n. 31030