Crollo viadotto Sicilia, 5 avvisi per omissione atti d’ufficio e attentato sicurezza trasporti

Il viadotto Himera che al chilometro 61 dell'autostrada Palermo-Catania (tra gli svincoli di Cillato e Tremonzelli), ha subito un cedimento strutturale, 11 Aprile 2015. I tecnici dell'ANAS e gli uomini della Protezione Civile sono al lavoro per valutare i danni e le conseguenze del movimento in vista della possibilità di riaprire almeno una delle due carreggiate, qualora non siano state pregiudicate le condizioni di sicurezza del viadotto. ANSA/MICHELE NACCARI

La procura di Termini Imerese (Pa) ha inviato cinque avvisi di conclusione indagini per il crollo del viadotto Himera lungo l’A19 autostrada Palermo-Catania, avvenuto il 10 aprile 2015. Gli indagati, per omissione di atti d’ufficio e attentato alla sicurezza dei trasporti, sono Calogero Foti, dirigente della protezione civile regionale, Calogero Lanza, ex sindaco di Caltavuturo (Pa), Mariano Sireci, responsabile della protezione civile di Caltavuturo, Salvatore Muscarella e Giuseppe Siragusa, dipendenti Anas. Il viadotto si piegò dopo che una frana fece cedere uno dei piloni.