Canottaggio. Il TeLiMar con i suoi alfieri in Polonia per il Mondiale U23

Cardella e Gaetani Liseo già a Poznan dopo il raduno di 3 settimane a Piediluco

Telimar canottaggio - Mirko Cardella ed Emanuele Gaetani Liseo
Telimar canottaggio - Mirko Cardella ed Emanuele Gaetani Liseo

Sono già a Poznan, in Polonia, gli atleti della Canottieri TeLiMar Mirko Cardella ed Emanuele Gaetani Liseo che dal 25 al 29 luglio gareggeranno con la maglia Azzurra ai Mondiali Under 23.

Convocati dal Direttore Tecnico Francesco Cattaneo, Cardella e Gaetani fanno parte della Delegazione Azzurra Senior per un appuntamento impegnativo e allo stesso tempo molto stimolante.

I due alfieri del Club dell’Addaura, seguiti dai capi allenatori Spartaco Barbo e Benedetto Vitale – coadiuvati dai collaboratori Daniele Gilardoni, Gaetano Iannuzzi, Bruno Mascarenhas, Marco Russo e Vittorio Scrocchi – sono stati inseriti nell’equipaggio che costituirà l’ammiraglia della Nazionale, l’Otto, insieme a Nicholas Kohl (SC Gavirate), Andrea Barelli (SC Moltrasio), Alessio Vagnelli (RYCC Savoia), Jacopo Bertone (SC Gavirate), Miles Agyemang Heard (SC Armida), Antonio Schettino (CC Aniene), con il timoniere Edoardo Pagano (SC Armida).

Intanto, il movimento remiero Under 23 è in costante crescita. Ne sono la prova le iscrizioni ai Mondiali di Poznan, con circa 900 atleti in rappresentanza di 55 Paesi in gara. Gli Azzurri, oltre a lottare per vincere i titoli iridati, dovranno cercare di mantenere l’Italia il più in alto possibile nel ranking mondiale, puntando a bissare il successo dello scorso anno, con il canottaggio italiano al primo posto nella classifica per Nazioni.

I due atleti TeLiMar arrivano all’appuntamento polacco dopo aver ben figurato nelle tre settimane di Raduno Collegiale Valutativo Premondiale aperto a 59 canottieri Senior da tutta Italia che presso il Centro Nazionale di Preparazione Olimpica di Piediluco si sono sfidati per riuscire a staccare uno dei 46 pass per Poznan.

Marco Costantini, capo allenatore Canottieri TeLiMar: “Il livello degli atleti in maglia Azzurra si è notevolmente alzato e non è così scontata la conferma neanche con ottimi risultati. Ci sono talmente tante variabili in gioco che è un’enorme soddisfazione e un grande pregio poter rappresentare l’Italia con due canottieri ai Mondiali U23. Mirko ed Emanuele vengono da una stagione brillante, con la partecipazione ai due Meeting di Piediluco in equipaggi, quelli del Quattro Senza, tra i più competitivi. Inoltre, la preparazione di entrambi per i Mondiali è stata a dir poco attenta e precisa in questi mesi, con Gaetani a Trieste e Cardella a Roma per completare alla perfezione l’allenamento e arrivare a Poznan al meglio della forma fisica e mentale. Per il TeLiMar è un tassello di grande pregio che si va ad aggiungere a quanto fatto ad altissimi livelli in questi 30 anni di attività”.

Print Friendly, PDF & Email

Testata giornalistica reg. Tribunale Palermo n. 7/2014 - Iscrizione ROC n. 31030