Canottaggio: il TeLiMar a Londra per il BRIC Special Olympics

Alessandro Aiello tra i 10 Canottieri Speciali che rappresenteranno l’Italia.

Alessandro Aiello per gli Special Olympics di Londra

Grande fermento in casa TeLiMar per la convocazione di Alessandro Aiello al BRIC di Londra. Il British Rowing Indoor Championship, che si terrà nella capitale del Regno Unito sabato 8 dicembre, è stato scelto come appuntamento internazionale per una delegazione di 10 atleti Special Olympics.

L’obiettivo è creare un movimento internazionale che dia la spinta per far introdurre nel programma tecnico di Special Olympics il remoergometro e il canottaggio e dare la possibilità a quanti più Canottieri Speciali possibile di vivere l’esperienza di una trasferta all’estero.

Il BRIC di quest’anno è l’ultima tappa di un percorso iniziato dagli Special Olimpics nel 2016, che ha visto la partecipazione di un team Azzurro agli Europei di Gyor e ai Mondiali di Boston, proseguito nel 2017 con la partecipazione agli Europei di Parigi.

Per il TeLiMar, che ha intrapreso questa strada qualche anno fa, è la prima partecipazione internazionale. Dopo gli ottimi risultati – non solo sportivi – ottenuti dallo Special Rowing Team dell’Addaura alla prima uscita ufficiale, i Giochi Nazionali Estivi Special Olympics di Montecatini e San Miniato, infatti, il Club palermitano è stato inserito da Paolo Ramoni, coordinatore per l’attività Special Olympics in Italia, nella delegazione individuata su scala nazionale, composta da 10 atleti con disabilità intellettiva appartenenti a nove società: oltre al venticinquenne Alessandro Aiello, che gareggerà sulla distanza dei 500m., sono in volo per Londra Margherita Merlo (SC Armida), Tommaso Bugli (SC Firenze), Lorenzo Riggi (CC Lazio), Tiziana Collina (La Missione Sportiva Sarzana), Roberto Pungelli (The Core Sabaudia), Francesco Nieri (SC Velocior), Giordana Spanu (Tevere Remo), Gennaro Biasucci (Accademia del Remo).

Gli atleti saranno accompagnati da Francesca Grilli della Canottieri Armida (Capo Delegazione), Luigi Pich (Canottieri Velocior), Simona Bartola (Tevere Remo) e Giuseppe Del Gaudio (Accademia del Remo).

Elena Armeli, allenatrice Canottieri Speciali TeLiMar: «È stato gratificante ricevere la chiamata di Paolo Ramoni, perché è segno che quattro anni fa abbiamo intrapreso la strada giusta, iniziando a lavorare con gli atleti Adaptive. Quest’anno, grazie alle attività legate al Progetto OSO (Ogni Sport Oltre) di Fondazione Italia e all’attività di Responsabilità Sociale della FederCanottaggio, abbiamo fatto l’esperienza dei Giochi Nazionali Estivi e non poteva esserci regalo di Natale migliore se non la convocazione per il BRIC, che ci spinge ancora di più a proseguire il nostro lavoro di avvicinamento dei ragazzi e delle loro famiglie alla splendida disciplina che è il canottaggio, con i suoi vantaggi psicofisici, di autostima ed inclusione. Per la nostra prima esperienza internazionale, è stato scelto Alessandro Aiello, che si è distinto a Montecatini facendo registrare il miglior tempo al remoergometro nella sua categoria. Per lui sarà un’emozione intensa poter gareggiare indossando la maglia azzurra. Un’esperienza indimenticabile, che speriamo in futuro di far vivere a tutti i nostri Canottieri Speciali». Un plauso va anche all’allenatore Marco Tirenna, che ha seguito l’attività di Alessandro e degli altri atleti speciali fino a Luglio 2018 e che con la sua dedizione ha permesso a questo gruppo di ragazzi di crescere.

Print Friendly, PDF & Email

Testata giornalistica reg. Tribunale Palermo n. 7/2014 - Iscrizione ROC n. 31030