21 artisti raccontano Palermo: la kermesse d’arte che apre l’anno della cultura palermitana

Con l’inizio del nuovo anno, comincia anche un percorso storico, artistico e culturale che vede Palermo al centro dell’attenzione nazionale ed internazionale quale città d’arte e “Capitale Italiana della Cultura“.

Organizzatori e partecipanti alla kermesse artistica

Ad aprire le porte all’anno artistico, la mostra polimaterica intitolata “21 artisti raccontano Palermo“: ventuno artisti che rappresentano, ognuno col proprio, unico, stile le meraviglie della città di Palermo, presso il “Gran Cafè San Domenico“.

La kermesse, inaugurata lo scorso 5 gennaio, è nata dall’idea di Maurizio “Mauri” Lucchese in collaborazione con il critico e storico dell’arte Valentina Gueci. L’organizzazione e pianificazione, sono state curate da Daniela Martino, area manager e pubbliche relazioni, e da Marco Torcivia, fotografo ufficiale dell’evento.

Autrice della fotografia della locandina è Emanuela Bognanni, in arte Patrizia Bluette. Sono intervenuti i poeti Pietro Mistretta e Ketty Tamburello con le loro poesie rispettivamente in dialetto siciliano e in versi lirici. La mostra sarà visitabile fino al 23 gennaio 2018. 

Curatori e organizzatori della mostra: Valentina Gueci, Daniela Martino, Marianna La Barbera e Mauri Lucchese

Maurizio “Mauri” Lucchese, direttore artistico e ideatore dell’iniziativa, in esclusiva al GCPress, dichiara: 《Questa è, ufficialmente, la prima mostra che apre l’anno di “Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018“, che si svolge al Gran Cafè San Domenico, polo culturale della nostra città. Intendo valorizzare questo luogo perché molto mi ricorda il “Caffè Pedrocchi” di Padova e il “Caffè Florian” di Venezia e vorrei che anche a Palermo avesse il suo “Cafè culturale”. Ringrazio Valentina Gueci, Daniela Martino, Marco Torcivia, Marianna La Barbera nonché tutti gli artisti per la loro collaborazione attiva e per la promozione di questo importante evento》.

Daniela Martino con Domenico Vignali, Valentina Gueci e Pietro Mistretta

Capitale della Cultura, Palermo, lo è sempre e comunque, quasi fosse un “diritto naturale” – afferma Marianna La Barbera, giornalista e addetto stampa della manifestazione artistica – e, in esclusiva al GCPress, spiega: 《Si tratta di un evento particolarmente importante – sottolinea la giornalista – non soltanto perché funge da apripista a tutti gli altri eventi direttamente collegati al ruolo di Capitale della Cultura, ma anche perché si tratta di un evento che riesce a coagulare intorno a sé tutte le energie migliori della città. Il titolo da solo, però, non basta – conclude la giornalista – motivo per cui, Palermo deve meritarsi questo diritto, che deve sostanziarsi attraverso la valorizzazione e, perché no, l’esaltazione del talento e della creatività che, oggi, sono presenti》.

Patrizia Bognanni, autrice della foto della locandina in collaborazione con la Grafic Flyer Erica Baraldi

Valentina Gueci, riferendosi alla variegata presenza e produzione artistiche, al GCPress, spiega: 《È stato molto divertente partecipare e collaborare a questo evento, anche perché ho riscontrato un’interessante vena innovativa tra gli artisti. Di particolare rilievo – prosegue la Gueci – sono le opere della disegnatrice Valentina Dinolfo, le fotografie di Patrizia Bognanni, autrice della foto di copertina ma anche la pop-art di Caterina Rao, lo stile informale di Domenico Vignali, il “Gran Cafè San Domenico” di Pamela Bono e la fedele riproduzione a colori da una foto in bianco e nero del laghetto del Villino Florio, luogo che non esiste più, di Carmen Frisina. Reputo questo progetto – conclude la Gueci – interessante e di grande energia per tutto il centro storico e, posso affermare con certezza, rappresenterà la rinascita dell’arte a Palermo》.

Gabriella Di Girolamo e la sua opera

Tra gli artisti, in esclusiva per GCPress, parla Gabriella Di Girolamo che, in merito alla sua opera e alla sua partecipazione alla kermesse, rivela: 《Nasco nel mondo dell’arte una ventina d’anni fa come ceramista, maestro d’arte e sto continuando i miei studi all’accademia. Dopo un incidente stradale – spiega l’artista – che mi ha impedito, con le sue conseguenze, di dipingere per 10 anni, voglio ripartire con le mie opere “sospese nell’aria”. Mi piace rappresentare l’arte – conclude la Di Girolamo – come dei sogni che mi appaiono e che imprimo su qualsiasi supporto》.

Partecipano alla mostra, gli artisti (con 2 partecipazioni straordinarie) Ketty Tamburello, Daniela Gargano, Maria Giliberto, Maria Luisa Lippa, Valentina Dinolfo, Eugenia Affronti, Anna Maria Asaro, Terry Provino, Pamela Bono, Patrizia Bluette, Gabriella Di Girolamo, Giusy Lo Grasso, Giusy Tarantino, Domenico Vignali, Margherita Amabile, Antonietta Mazzamuto, Giuseppe Misuraca, Francesca Oliveri, Annita Bonino, Claudio Sciacca, Carmen Frisina, Salvo Valenti, Caterina Rao.

Artista ospite: Filippo Lo Iacono

Poesia: Pietro Mistretta e Ketty Tamburello